Da oggi nuove regole privacy: davvero i nostri dati saranno più protetti?

Dal oggi il General Data Protection Regulation (GDPR) rafforza la protezione dei nostri dati personali e i poteri delle autorità per perseguire le aziende che infrangeranno la legge.

Il GDPR si applica a tutti gli oltre 500 milioni di consumatori UE e protegge la loro privacy indipendentemente da dove siano locate le società che gestiscono i loro dati. Realizza l’obiettivo dell’UE di proteggere i diritti fondamentali dei suoi cittadini – uno sforzo fortemente necessario visto l’aumentare delle fughe di dati e dei comportamenti inadeguati delle compagnie che li gestiscono– e pone le basi per modelli di business più privacy-friendly.

Ma le nuove regole saranno davvero rispettate, soprattutto dai “colossi dei dati”? Continua a leggere

Nuove specie marine nel Mediterraneo: pericoli per l’ambiente

Nel Mediterraneo sono arrivati decine e decine di nuovi pesci: sono centinaia e, seguendo le correnti, arrivano nel nostro mare spesso trasportati involontariamente dalle barche. Il Mar Mediterraneo ospita oltre i due terzi del traffico navale a livello mondiale e ospita circa 1,5 milioni di imbarcazioni da diporto.

Continua a leggere

Netcomm Forum: 10 biglietti omaggio per gli e-commerce

Casa del Consumatore è lieta di comunicare la sua partecipazione con ShoppingVerify, il portale di recensioni online gestito dall’associazione, a Netcomm Forum al MiCo, la fiera nazionale dell’e-commerce.
ShoppingVerify offre 10 ingressi gratuiti ai primi 10 e-commerce che si registreranno (gratuitamente) sul sito entro domenica 27 maggio.

Leggendo questo articolo è possibile scoprire come ricevere un biglietto omaggio:

Continua a leggere

Successo per la prima EXPO dei consumatori

Si è chiusa domenica 13 maggio la prima esposizione italiana dedicata alle tematiche del consumo sostenibile e della libertà dei consumatori. Oltre 7.000 presenze nel corso di tre giornate che hanno visto confrontarsi rappresentanti del mondo politico, istituzionale, economico e accademico, oltre che della società civile.

Hanno partecipato ai 13 dibattiti della tre giorni consumerista centinaia di giovani studenti, oltre 30 imprese, 10 associazioni di consumatori, 13 Associazioni dello sport, della cultura, professionali  e del mondo del lavoro, 4 Università, 2 enti di ricerca, 2 Ministeri, 6 ordini professionali, un parlamentare europeo, 7 parlamentari italiani.

Il percorso di riflessione è iniziato venerdì 11 maggio affrontando l’attualità del ruolo e della condizione del consumatore nella società contemporanea attraverso quattro momenti di discussione plenaria: si è parlato di educazione finanziaria, rivoluzione digitale tra commercio elettronico e big data, contraffazione, economia circolare e nuovi modelli di consumo.

Alle discussioni plenarie , nelle giornate di venerdì 11 e sabato 12, si sono succeduti altri 9 tavoli tematici: si è parlato della tutela del consumatore dal punto di vista legislativo e costituzionale, discusso di sostenibilità consumerista, ragionato dei problemi che riguardano il settore rc auto, la mobilità del trasporto pubblico locale, le fasi di acquisto ed efficientamento energetico delle abitazioni. Spazio anche agli strumenti per la risoluzione alternativa delle controversie e poi alla salute, con un focus sulla fibromialgia, e allo sport, per il suo ruolo nell’educazione dei più giovani.

“E’ il momento di dire basta alla superficialità con cui si affrontano i temi del consumo. I consumatori sono i nuovi schiavi della contemporaneità” ha detto Furio Truzzi Presidente di Assoutenti. “Sono schiavi dei messaggi violenti di una pubblicità ingannevole, dei motori di ricerca che ne intercettano comportamenti e abitudini, dell’impossibilità di protestare e alzare la voce… Ma le tecnologie danno anche opportunità di liberarsi da questa schiavitù. Sta nascendo un consumatore che è anche produttore, basti pensare al fotovoltaico o alle stampanti 3d”.

“In quest’epoca di grandi mutamenti – ha proseguito- vogliamo costruire un manifesto dei consumatori, al passo della  rivoluzione digitale che stiamo vivendo, un manifesto rispettoso dell’ambiente e dei diritti dei più deboli, un manifesto che deve essere scritto insieme alle imprese, ai lavoratori, ai cittadini, perché per noi la cultura del dialogo e degli interessi generali è fondamentale”.

EXPO Consumatori 4.0 è stata l’occasione anche per evidenziare le eccellenze del panorama italiano e internazionale attraverso la consegna di alcuni importanti riconoscimenti. Alla giornalista di Repubblica Federica Angeli che coraggiosamente lotta contro i fenomeni mafiosi del litorale ostiense, è andato il “Premio Costituzione e Legalità”, nel corso di uno dei momenti più emozionanti di tutta la manifestazione; a Boyan Slat, il giovane olandese che ha ideato il sistema Ocean Clean Up per la pulizia dei mari dalla plastica, è stato conferito, a distanza ma con i ringraziamenti social ricevuti in diretta dallo stesso Slat, il “Premio Miglior Testimonial Crescita Felice”; e infine a Loredana Gulino, Direttore Generale dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero per lo Sviluppo Economico, è stato consegnato il premio “Lotta alla Contraffazione”, quale riconoscimento per l’impegno personale e dell’istituzione rappresentata nella tutela dell’originalità e di chi produce nel rispetto delle regole.

“Oltre a questi premi, nel corso di EXPO abbiamo avuto l’occasione, sollecitati dai tavoli mobilità e sport, di conferire altri due riconoscimenti: uno denominato “Crescita Felice nello Sport”,  che verrà consegnato all’allenatore Igor Trocchia per aver ritirato la sua squadra di calcio da un torneo giovanile, in risposta a un triste episodio di insulti razzisti; l’altro, il “Premio Nerone”, verrà consegnato alla Sindaca Raggi e alla dirigenza ATAC, per sottolineare provocatoriamente l’urgenza di affrontare i gravi episodi che riguardano la mobilità pubblica romana”.

EXPO Consumatori 4.0 si è conclusa domenica 13 maggio con un’intera mattinata dedicata ai bambini e alle loro famiglie, la “Città del Sole”: laboratori, proiezioni e attività pratiche per scoprire giocando quanto le singole scelte quotidiane di tutti, nel riciclo, nella mobilità, nello spreco,  impattano sull’ambiente e sul futuro del pianeta.

“La miglior risposta all’entusiasmo dei bambini, dei giovani che hanno seguito i dibattiti, degli oltre 100 contributi dei relatori che hanno partecipato ai tavoli e delle centinaia di persone che sono venute a visitare l’esposizione è non fermarsi alla prima EXPO. Guardiamo con fiducia al futuro e annunciamo fin d’ora la prossima edizione di EXPO CONSUMATORI, che si terrà a maggio del 2019”.

1,26 GB (4%) di 30 GB utilizzati
Norme del programma

Powered by

Google
Ultima attività dell’account: 0 minuti fa

Dettagli

Etichette alimentari: è obbligatorio indicare l’origine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commissione Europea ha ora pubblicato lo schema “Food Information Regulation”. Esso riguarda l’indicazione sull’etichetta dell’origine dell’ingrediente primario (presente nel prodotto in quantità maggiore del 50%) nel caso in cui sia diversa dal “Made in …” dichiarato. L’applicazione del regolamento entrerà in vigore il 1 aprile 2020: è bene fare chiarezza al riguardo. Continua a leggere

Whatsapp vietato per i minori di 16 anni: è veramente gratis?

Le applicazioni gratuite che vengono scaricate sul proprio telefono, lo sono davvero tutte? Il divieto ai minori di 16 anni è semplicemente la prova che Whatsapp non è del tutto gratis. Infatti, sebbene non ci venga addebitato nessun pagamento, vengono cedute agli sviluppatori dell’applicazione diverse informazioni personali che verranno poi sfruttate per marketing.

Continua a leggere

EXPO Consumatori 4.0: vota e vinci la tua vacanza romana

 

 

 

 

 

 

Liberare le nostre energie e andare incontro ad una crescita felice è questo il significato profondo di Expo Consumatori 4.0, la prima esposizione dedicata al tema in Italia, che si terrà a Roma all’Auditorium Parco della Musica dall’11 al 13 maggio.

La tre giorni di dibattiti, incontri tematici e spettacoli – organizzata da Assoutenti con la partecipazione di Rete Consumatori Italia – ha l’obiettivo di guardare non solo a quanto ancora non funziona nella tutela dei diritti dei consumatori (le vessazioni, i torti, i danni all’ambiente, i cibi con i pesticidi, i servizi che peggiorano ogni giorno, la mancanza di trasparenza delle banche e delle assicurazioni) ma anche alle best practice e ai buoni esempi che in Italia e nel mondo indicano potenziali percorsi verso la crescita felice. Continua a leggere