moontech.it non ti ha spedito la merce? Scopri cosa fare

Stiamo ricevendo numerose recensioni su ShoppingVerify che segnalano siti di e-commerce che non consegnano la merce, non danno seguito alle richieste di rimborso e si sottraggono anche ai più elementari doveri di customer care.

E’ questo il caso del sito moontech.it, segnalato sia per le mancate e ritardate consegne, sia per la negata assistenza ai clienti. Ci auspichiamo che si tratti di un momentaneo periodo di difficoltà, anche se sappiamo che lo scorso mese è stato avviato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato un procedimento istruttorio per pratica commerciale scorretta, con l’emissione del provvedimento di sospendere ogni attività diretta alla vendita di prodotti non disponibili in magazzino o in pronta consegna.

Moontech.it utilizza lo slogan “connettiti con il futuro”, ma se la merce non arriva, come si fa?!

Cosa fare dunque se si è ordinata e pagata la merce ma nulla arriva a casa? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Tassa sulla plastica. Cosa ne pensano i consumatori?

L’Europa sta pensando a come contrastare e ridurre l’utilizzo di plastiche inquinanti al fine di sviluppare un’economia circolare a sostegno dell’ambiente.

Stiamo consumando sempre più plastica ed abbiamo bisogno di un intervento che metta un freno, soprattutto dopo che la Cina ha deciso di non importarne più. Questa scelta asiatica è scattata dal 1° gennaio, dopo aver accolto solo nel 2017, la metà dei rifiuti di plastica mondiale.

L’obiettivo che si vuole raggiungere è quello di disincentivare sempre di più l’utilizzo della plastica applicando una tassa che andrà a colmare, almeno in parte, il buco del bilancio europeo.

La soluzione è proporre una tassa sulla plastica? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Rottamazione-bis: come fare per aderire

Chi vuole aderire alla definizione agevolata per i carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017deve presentare domanda entro il 18 maggio 2018.

Aderendo alla rottamazione i contribuenti pagheranno solo l’importo delle somme dovute, senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Attenzione, per le multe stradali invece non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste per legge.

Come aderire? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Canone tv: ultimi giorni per non pagarlo

Ormai sappiamo tutti che il Canone tv viene addebitato direttamente nella bolletta della luce e che deve essere pagato da chiunque detenga un televisore.

Questa modalità di pagamento viene applicata sulla presunzione che vi sia il televisore in tutte quelle case in cui è presente un’utenza di fornitura elettrica ad uso domestico residente. E’ possibile però che il titolare di un’utenza elettrica non detenga il televisore.

Che cosa deve fare per evitare l’addebito in bolletta del Canone tv? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

“Il Giubileo Bancario la proposta di legge ispirata dal lupo banchiere travestito da agnellino: un nuovo regalo alle banche”

Nei giorni scorsi in seno alla commissione finanze della Camera si è discusso mediante un’audizione delle associazioni dei consumatori della proposta di Legge del deputato della Sinistra Italiana On. Paglia, meglio conosciuta come Giubileo Bancario, nome mutuato dall’indulgenza plenaria introdotta da Papa Bonifacio VII nel 1300.

Vero ispiratore della proposta di legge è il banchiere Dino Crivellari, ex amministratore delegato del braccio operativo nel recupero del credito di Banca Unicredit la famosa Unicredit Management Bank ora ceduta al fondo d’investimento Fortress che ha creato Dobank.

Per anni Dino Crivellari è stato dalla parte del soggetto forte nel mondo del credito: la banca. Ora il lupo si è travestito da agnello e con l’ausilio di alcuni parlamentari ha presentato al Parlamento Italiano una legge che, pur sventolata come un aiuto ai debitori tanto da chiamarla Giubileo bancario, non è altro che l’ennesimo tentativo di aiuto di Stato al sistema bancario italiano.

La proposta di Crivellari prevede la possibilità per il debitore di transare con la banca i propri debiti pagando quanto la banca ha previsto d’incassare dedotte le perdite preventivate sul credito in sofferenza.

Un pratico esempio potrà aiutare il lettore a capire meglio. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Recensioni sugli acquisti online: pubblicate le nuove regole


UNI, l’Ente Italiano di normazione, ha pubblicato la Prassi di Riferimento PDR 34/2017 Siti e-commerce – Linee Giuda per le recensioni dei consumatori sull’esperienza di acquisto online”.
Il documento, sviluppato con Casa del Consumatore ed altre associazioni di consumatori, fornisce criteri ed esempi per una corretta valutazione degli acquisti online.

Le recensioni hanno assunto negli ultimi anni sempre maggiore importanza, tanto che ormai, più che le tradizionali guide e manuali, sono le esperienze di altri utenti a indirizzarci nella scelta di ristoranti, alberghi, siti di e-commerce, ecc.
Le recensioni sono sicuramente un ottimo strumento, che va però usato con prudenza, visto il proliferare di commenti falsi o troppo soggettivi. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

E’ nato il servizio Asta Stop: un’iniziativa della Casa del Consumatore

Da oggi è operativo il servizio Asta Stop un’idea nata dalla Casa del Consumatore del Piemonte e rivolta a tutti i debitori che hanno la propria abitazione all’asta .

In cosa consiste Asta Stop?

Il servizio di Asta Stop prevede la possibilità per il debitore di continuare a rimanere in affitto nella casa che è stata venduta all’asta con la possibilità di riacquistarla entro un determinato periodo, solitamente 5 anni, ad un prezzo prestabilito ed inferiore al prezzo reale dell’immobile. La selezione dei debitori viene effettuata sulla capacità di rimborso del canone di affitto il quale viene garantito da una primaria compagnia assicurativa.”

E’ un’opportunità d’investimento? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page