Covid-19: skipass e lezioni sci club sono da rimborsare

La scorsa stagione sciistica è terminata in anticipo con la chiusura di tutti gli impianti di risalita stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri al fine di contrastare e contenere la diffusione del Covid-19.

Questa chiusura ha precluso a molti sciatori le ultime discese sotto il sole di marzo, ma anche a una buona parte di questi il rimborso di skipass, sci club e lezioni pagate e non usufruite a causa dello stop immediato. Alcune stazioni sciistiche hanno rimborsato i propri clienti. Altre invece si sono rifiutate. Chi ha ragione? Continua a leggere

Bagagli nelle cappelliere in aereo, Enac: solo se c’è distanziamento sociale

Ai viaggiatori è consentito portare a bordo solo bagagli a mano di dimensioni tali da essere essere posizionati sotto il sedile di fronte al proprio posto. Questo lo ha comunicato Enac (Ente Nazionale per il Trasporto Civile) alle compagnie aeree, su indicazioni del Ministero della Salute. Continua a leggere per saperne di più. Continua a leggere

Bonus vacanze: come richiederlo e quando

Dopo mesi di quarantena, finalmente si può iniziare a pensare a pianificare le vacanze estive. Arriva il bonus vacanze: l’agevolazione rivolta alle famiglie con reddito ISEE non superiore a 40 mila euro che può arrivare fino a 500 euro per una famiglia di tre o più persone. Continua a leggere per scoprire di cosa si tratta. Continua a leggere

Divieto di spostamenti per il coronavirus: voli e vacanze vanno rimborsati

Come noto, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 ha ordinato di evitare sino a tutto il 3 aprile 2020 ogni spostamento delle persone sull’intero territorio nazionale, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, di salute o situazioni di necessità.

Che cosa fare dunque se avete programmato un soggiorno o dovreste partire da qui al 3 aprile per raggiungere un luogo di soggiorno o vacanza? Continua a leggere

Tariffe alberghiere: nella maggioranza dei casi conviene prenotare sul sito dell’hotel

 

Acquistare un soggiorno in hotel sui siti di prenotazione online conviene? Da questa domanda è partita l’indagine di Casa del Consumatore, in collaborazione con ShoppingVerify, per scoprire se le tariffe di Booking, Expedia, Trivago, Tripadvisor e Hotels sono più convenienti rispetto a quelle praticate dagli hotel direttamente al consumatore.

L’indagine analizza le tariffe pubblicate sui siti web di un totale di cento alberghi in Italia, in Europa e nel resto del mondo, confrontandole con le offerte reperite sui principali siti di prenotazione online (Trivago, Booking, Expedia, TripAdvisor e Hotels). Continua a leggere