Buy and Share: attenzione alle fregature

“Buy and share”, un nome accattivante che nasconde un sistema piramidale: ogni cliente diventa complice del meccanismo e rischia di subire una fregatura. Inizialmente questi portali non hanno mai recensioni negative. Grazie a questo articolo sarà possibile capire come funzionano i siti Buy and share ed alcuni consigli per acquistare con consapevolezza.

I prodotti maggiormente venduti sono gli apparecchi elettronici: console da gioco, notebook e smartphone. Non mancano comunque prodotti d’abbigliamento, elettrodomestici e molto altro.

Questi shop offrono due tipologie di acquisto:
• l’acquisto immediato;
• la prenotazione al “prezzo share it”.
Con la prima modalità il cliente può acquistare il prodotto a prezzo pieno senza godere di alcuno sconto, come se lo acquistasse su Amazon.
Invece la seconda opzione consente di accedere all’oggetto scontato di circa un terzo del prezzo di vendita. Dopo aver pagato, l’utente viene inserito in una lista e il prodotto pagato viene spedito quando viene raggiunto il prezzo pieno dell’oggetto, ovvero quando altri clienti a loro volta prenotano un prodotto nel portale fino al raggiungimento completo della cifra.
Si crea dunque una sorte di schema piramidale che teoricamente tende ad allargarsi all’infinito. Ad un certo punto diventa impossibile compensare determinati ordini e molti acquirenti rimangono a bocca asciutta. In questi casi, l’utente dovrà spendere un prezzo superiore a quello di vendita per non perdere del tutto i soldi già versati. Quindi, in modo concreto, quello che sembra uno sconto in realtà non lo è: il prodotto viene pagato a prezzo intero con la commissione prevista dal sito solo che il costo viene suddiviso tra più persone. Solo una tra queste (la persona che ha prenotato per prima il prodotto versando la prima cifra) lo riceverà, a volte in pochi giorni lavorativi, altre volte (più probabilmente) dopo settimane/mesi dal pagamento.

Man mano che diminuiscono gli ingressi di nuovi acquirenti, i tempi di sblocco degli articoli aumentano, e con essi le recensioni negative dei siti stessi. Le recensioni negative scoraggiano a loro volta i nuovi clienti a entrare nel meccanismo dei siti Buy and share e quindi si acquistare nuovi prodotti.
Si tratta dunque si una piramide dove però non sono i compratori a dover cercarne altri ( a differenza del classico sistema Ponzi). Questo sistema funziona dunque grazie al passaparola di clienti, finisce per incepparsi irreversibilmente.

Serve dunque inquadrare la tecnica di vendita dei vari portali e decidere se spendere una parte dei propri soldi nell’uno o nell’altro. Molti utenti aspettano l’apertura di un nuovo Buy and Share, in modo da acquistare direttamente al lancio e occupare i primissimi posti della lista, così da ricevere il prodotto nel minor tempo possibile.

Si tratta di una truffa?
Le autorità competenti non hanno ancora preso una posizione chiara al riguardo, nel dubbio però è bene fare attenzione: meglio non contare troppo sul fatto che esistano così tante persone disposte ad entrare in questo meccanismo.

ShoppingVerify
Prima di acquistare da un sito Buy and Share è sempre utile leggere recensioni di altri utenti. Un sito utile da consultare è ShoppingVerify, il sito di recensioni sugli acquisti on-line di Casa del Consumatore. Il portale è stato realizzato con fondi pubblici e, gestito da un’associazione nazionale di consumatori, non promuove le vendite degli e-commerce, combattendo in tutti i modi possibili le recensioni false.

Una risposta a “Buy and Share: attenzione alle fregature

  1. facendo shopping online bisogna essere davvero molto attenti,io uso i servizi che conosco e per quanto riguarda la tecnologia e l’arredamento uso https://www.homelook.it/ che ha dei prodotti dai siti sicuri,ma non mi dispiace anche di dare un’occhiata su ShoppingVerify per essere sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *