Costi di disattivazione: oggi la raccolta firme nelle piazze italiane

Contro i costi di disattivazione, applicati dalle compagnie telefoniche nei casi di chiusura del contratto o passaggio ad altro operatore, anche Assoutenti si unisce alla campagna lanciata da Casa del Consumatore, organizzando per oggi una giornata di mobilitazione nazionale condivisa.

L’iniziativa, lanciata lo scorso mese di dicembre, è stata avviata dalla Casa del Consumatore per fare pressione affinché nella prossima legge sulla concorrenza venga introdotto il DIVIETO ASSOLUTO per tutti gli operatori telefonici di addebitare ai clienti qualunque somma a qualunque titolo in caso di chiusura del contratto.

Ad oggi sono state raccolte oltre 2.000 adesioni, ma aumenteranno ancor di più grazie  alla collaborazione tra le due Associazioni e alla giornata di mobilitazione nazionale, in cui i cittadini che vorranno far sentire la propria voce contro i colossi della telefonia, potranno raggiungere le sedi e i banchetti allestiti dalle due Associazioni nelle diverse città e piazze italiane, firmando l’apposito modulo, disponibile anche online.

Il blog del consumatore invita tutti i propri lettori ad aderire, per aiutare le due associazioni a far pressione su Parlamento, Governo e Autorità della Concorrenza e delle Telecomunicazioni per questa abolizione.

Per aderire alla raccolta firme potete recarvi presso i banchetti informativi allestiti dalle due associazioni in varie città italiane o andare presso le sedi delle due associazioni.

Per maggiori informazioni potete visitare i siti di Casa del Consumatore e di Assoutenti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *