Ultima chiamata per i bond argentini!

Venerdì 23 dicembre 2011 saranno passati dieci anni dal default dell’Argentina. Non si tratta di una semplice ricorrenza storica ma di un’importante scadenza per tutti i risparmiatori che acquistarono bond argentini e che non abbiano nel frattempo intrapreso la strada dell’arbitrato, della causa alla propria banca o altre vie per ottenere il rimborso delle somme investite e poi svanite.

Chi ancora non lo avesse fatto dunque si affretti! Deve essere inviata subito una raccomandata interruttiva della prescrizione alla banca che vi vendette i titoli, per evitare che, con la prescrizione, cessi ogni  possibilità di essere risarciti.

Ovviamente non in tutti i casi il risarcimento è dovuto.
Ricordiamo infatti che possono ottenere un rimborso solo coloro che acquistarono i titoli quando il sistema bancario già era a conoscenza del pericolo legato all’acquisto di bond argentini. Se la banca non segnalò i pericoli dell’investimento e se il risparmiatore non era solito effettuare investimenti rischiosi, allora può sussistere una responsabilità dell’istituto di credito ed esservi la possibilità di ottenere il rimborso delle somme pagate.

Sul nostro sito è disponibile un modello di lettera da inviare alla banca. Per ogni ulteriore informazione o richiesta di consigli potete contattarci.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *