Microplastiche: contaminati sale, cozze e gamberi

Sale, cozze e gamberi sono risultati contaminati da microplastiche. L’indagine è stata realizzata da Altroconsumo, insieme ad altre quattro associazioni di consumatori di Austria, Belgio, Spagna e Danimarca. Sono stati analizzati campioni di sale marino, cozze e gamberi e più di due terzi dei campioni sono risultati contaminati da microplastiche.

Dalle analisi in laboratorio di Altroconsumo, è risultato che più di due terzi di campioni di cozze, gamberi e sale sono contaminati dalle microplastiche. Non sono stati scelti pesci perché le microplastiche rimangono nel tratto intestinale, che è una parte del pesce che solitamente non si consuma.

L’inquinamento da microplastiche
Il problema delle microplastiche non dipende da come sono stati condotti gli allevamenti, né dalle zone di pesca. Molluschi derivanti da una stessa zona possono o meno essere contaminati, solo le analisi riescono a stabilirlo con precisione. L’inquinamento da plastica dei mari non è dato soltanto da sacchetti imballaggi, bottiglie oppure oggetti. Questi macrorifiuti deliberatamente o accidentalmente rilasciati nell’ambiente da imbarcazioni, industrie o trasportati dai fiumi e da agenti atmosferici costituiscono una parte dell’inquinamento che colpisce mari e oceani. Ad alimentare il problema, esiste un inquinamento fatto di plastiche rilasciate nell’ambiente sotto forma di microparticelle. Si tratta ad esempio da quelle aggiunte a cosmetici e a detergenti, quelle rilasciate del lavaggio degli indumenti, i pellet usati nella produzione di materiali plastici, quelle prodotte dall’abrasione dei pneumatici o dalle vernici usate per dipingere sull’asfalto la segnaletica stradale.
La plastica prodotta da sessant’anni a questa parte è ovunque: è stata trovata in acque minerali potabili, è presente nei cosmetici e ora è stata pure trovata nei frutti di mare e nel sale. L’inquinamento da microplastiche è un problema da non sottovalutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *