Sigarette con immagini shock: favorevoli o contrari?

fullsizerender-18

Dopo le scritte a caratteri cubitali sui pacchetti di sigarette, per informare il fumatore sugli effetti devastanti del fumo, da un paio di mesi sono state inserite anche delle immagini a dir poco forti.

Si tratta di vere e proprie immagini shock che hanno come obiettivo principale quello di dare un segnale forte al fumatore, oltre a spaventarlo.

Il problema è però che le immagini, grandi ed esplicite, le possono vedere non solo i fumatori, ma anche chi non fuma, minori compresi

Queste immagini oscene sono state introdotte a seguito del recepimento della direttiva CE 2014/40/UE in Italia, finalizzata a combattere il fumo. L’interrogativo è se in questo caso il fine possa giustificare il mezzo.

L’idea di inserire delle immagini così forti sul pacchetto di sigarette, siamo d’accordo che sia stata presa principalmente per scoraggiare e turbare chi fuma, ma non si è pensato che molto spesso il pacchetto viene visto anche da chi fumatore non è.

Può capitare che bambini ma anche adulti non fumatori, si trovino davanti questo genere di immagini e la cosa è tutt’altro che gradevole.

Per tutti, il primo impatto è davvero forte, si va da polmoni anneriti a bocche sdentate, passando per l’uomo steso sul tavolo dell’obitorio e non descriviamo le altre che sono a dir poco sconcertanti, neanche si dovesse sostenere un esame di medicina legale!

Non sono poi mancati studi scientifici che dimostrerebbero addirittura che esporre i fumatori ad immagini shock non farebbe affatto diminuire la voglia di fumare, anzi, l’esatto contrario!

Quello che ci chiediamo è se era davvero il caso di mettere sul pacchetto di sigarette delle immagini di questo genere, anche perché si tratta di foto che occupano il 65% della confezione, quindi anche abbastanza grandi e, ripetiamo, a dir poco impressionanti.

Voi come la pensate? Favorevoli o contrari? 

Guardate la galleria degli orrori e diteci la vostra.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

21 risposte a “Sigarette con immagini shock: favorevoli o contrari?

  1. E’ una bella trovata per far fare ( in modo apparentemente insospettabile) un sacco di soldi alle ditte costruttrici
    di porta-sigarette e di copri-pacchetti . Chissà che parecchie di queste ditte non abbiano , come titolari o soci, gli stessi che hanno emesso le varie ordinanze…..
    Ma sono sicura di si!

  2. Molto contrario! A casa mia fuma solo mia moglie ed ho due bimbi di 7 e 4 anni a cui è capitato di vedere quelle immagini.
    Non immaginate lo spavento… disgustoso!
    Ma come si fà? I grandi cervelloni fautori della campagna non hanno pensato a questa possibilità?
    Sono sicuro che questo è stato fatto solo per promuovere il “copripacchetto” che presto venderanno nelle tabaccherie.
    Fantasia ZERO.

  3. Pensavo che i non fumatori sarebbero stati favorevoli a far si che queste immagini aiutassero sopratuttobi bambini a capire i pericoli deruvanti dalle sigarette , come si fa a pensare che sua solamente un incentivi all’acquisto dei copri pacchetto! È assurdo pensare ciò

    • E secondo lei le discusse immagini sono adatte ai minori? Ci sono metodi migliori per far capire ai figli che i vizi fanno male!

  4. Mio marito nonostante queste immagini fuma il doppio,le foto fanno invece impressione a me che non fumo…lui ha cmq comprato il portasigarette..

  5. Lo stato si è reso conto che spende di più per curare i danni provocati dal fumo di quanti ne guadagna dai ricavi delle sigarette!!! Poco importa il modo con cui tenta di rimediare…..cmq contrario.

  6. Lo stato – con la ”s” minuscola – mentre guadagna, vuol fare intendere che si interessa del cittadino. E’ un’ipocrisia che fa schifo, come il ” buon gusto” di chi ha scelto e permesso le foto.
    m. luisa

  7. Come tutti sono contrari ovviamente lo sono anch’io.
    Se vogliono far smettere le persone di fumare tolgano le sigarette dal mercato!!
    Le scritte, per me ridicole, servono solo a pensare di avere la coscienza apposto!! e non servono a convincere le persone a smettere!!
    UNA VERA VEROGNA

  8. ora mai puoi mettere tutte le foto che vuoi la percentuale dei fumatori non cala per questo..Bisognava agire quando le multinazionali imperavano.Sono contrario

  9. Non sono cosi contrario; visto che i fumatori continuano indenni a comportarsi maleducatamente.
    Vi faccio un esempio: nei supermercati tutti sanno che non si puo fumare (questo divieto viene rispettato all’interno) ma quando esci appena si aprono le porte “muori affumicato”
    Non mi sembra un buon comportamento è come dire – non ti fumo in faccia dentro perchè vengo multato ma non me ne frega nulla di fumarti in faccia fuori dove non ho divirto di farlo – .
    Secondo me queste immagini sono anche educative per i minori ( che non dimentichiamo riescono comunque a procurarsi un pacchetto).
    Sono comunque d’accordo MEGLIO ELIMINARLE DEL TUTTO

  10. Contrario nel modo più assoluto. Il fumatore”incallito” non
    compra più le sigarette? Ma chi ci crede non serve nemmeno a ridurre il vizio del fumo.
    Decisione presa da incompetenti e ignoranti sulle cause che generano il vizio del fumo e sulla dipendenza al vizio stesso.

  11. Sono commessa in una tabaccheria e non sono fumatrice.
    Ho la conferma che i clienti non sono diminuiti e chi sta peggio sono io, perché da quando ho continuamente queste immagini per le mani e davanti agli occhi non ho più il sorriso. L’Onorevole Lorenzin si preoccupasse di più a garantire una dignitosa assistenza e un posto letto per tutti nelle strutture pubbliche…….anzi ancora meglio …che tutti i politici siano obbligati ad essere ricoverati nelle strutture del territorio che li ha eletti

  12. Sono esterrefatta da questa disposizione di legge non è
    ammissibile che un monopolio di stato riconosca il veleno
    delle sigarette ma continui a venderle con ricavi profiqui
    alla faccia di chi ha questo vizio, allora sulle bottiglie alcooliche
    potrebbero mettere altre riproduzioni. penso che gli avvisi
    stampati siano più che sufficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *