Foto di minori sui social? Scopri i rischi e tutto quello che devi sapere

Seguendo la crescita dei propri figli, è scontato voler mantenere vivo il ricordo dei momenti più importanti con foto o video: la prima pappa, i primi passi, le prime parole, questi sono solo poche delle tante tappe della crescita che potrebbero essere rese indimenticabili ed eterne con una fotografia.

Tuttavia, l’avvento dell’era social ha indubbiamente cambiato il modo in cui gestiamo la nostra privacy: è infatti sempre più comune condividere online le proprie vite, pur con la consapevolezza dei potenziali rischi a cui ci si espone. Molti genitori però decidono di pubblicare regolarmente aggiornamenti sulla vita dei loro bambini, non considerando le implicazioni a lungo termine che l’esposizione mediatica può avere sui propri figli; questo fenomeno si chiama Sharenting e oggi andiamo a vedere di che cosa si tratta, quali sono i rischi correlati e cosa prevede la legge in merito.

Continua a leggere

Sicurezza in strada: in moto con i bambini

Con l’arrivo dell’estate non c’è niente di meglio per godersi una giornata fuori porta all’aria aperta in sella alla propria moto. Se il passeggero è un bambino, però, ci sono delle accortezze da seguire al fine di evitare di mettere a rischio la sua e la propria sicurezza. Le domande che assalgono chi è alla guida sono tante: a quale età i bambini possono salire sulla moto? È necessario un equipaggiamento particolare?
In questo articolo verrà spiegato come comportarsi correttamente per viaggiare in completa sicurezza.
Continua a leggere

Sigarette con immagini shock: favorevoli o contrari?

fullsizerender-18

Dopo le scritte a caratteri cubitali sui pacchetti di sigarette, per informare il fumatore sugli effetti devastanti del fumo, da un paio di mesi sono state inserite anche delle immagini a dir poco forti.

Si tratta di vere e proprie immagini shock che hanno come obiettivo principale quello di dare un segnale forte al fumatore, oltre a spaventarlo.

Il problema è però che le immagini, grandi ed esplicite, le possono vedere non solo i fumatori, ma anche chi non fuma, minori compresiContinua a leggere

Un albero per neonato e aumenta il verde pubblico

Più bambini = più alberi in città!
A partire da sabato scorso (il 16 febbraio), infatti, ogni Comune italiano ha l’obbligo di piantare un albero per ogni bimbo nato oppure adottato nel proprio territorio e dovrà farlo entro sei mesi dalla nascita/adozione.
Ecco una valida iniziativa per combattere la cementificazione estrema e consentire ai cittadini di disintossicarsi dal fumo nero e tossico e trovare ristoro nelle aree verdi che verranno appositamente individuate da targhe con suscritto “Un albero per ogni neonato”. Continua a leggere