Rimborso Canone Rai. Leggi come fare

Rimborso Canone Rai

Questa estate l’argomento cult è stato il Canone Rai e possiamo dire che abbiamo sentito un po’ di tutto, dal vicino di ombrellone arrabbiato perché lo ha dovuto pagare due volte, ai post-bufala pubblicati online che hanno creato allarmismi e false informazioni tra i consumatori.

Il Canone Rai in bolletta ha fatto sorgere dei veri e propri fastidi, inizialmente per chi non doveva pagarlo che ha dovuto compilare l’apposito modulo ed ha inviato il tutto tramite raccomandata (spendendo ben sei euro!) per poter beneficiare dell’esonero ed ora invece per quelli che si sono visti addebitare ingiustamente i 70 euro e li hanno pagati per evitare di passare un’estate a lume di candela. Anche in questo caso, nonostante lo sbaglio non sia stato commesso da loro, sono i consumatori che devono attivarsi per chiedere il rimborso.

Hai pagato anche tu il Canone Rai ma non dovevi pagarlo? Non preoccuparti.

Ecco che cosa devi fare per chiedere il rimborso.

Se hai pagato ingiustamente il Canone Rai, puoi chiedere il rimborso compilando il modulo pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, scaricabile da QUI ed inviarlo insieme alla fotocopia del documento di identità, tramite raccomandata all’indirizzo: Agenzia delle entrate, Direzione Provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Se invece preferisci inviare il tutto comodamente da casa, dal 15 settembre 2016 sul sito dell’Agenzia delle Entrate sarà attiva un’applicazione per l’inoltro telematico della richiesta.

Chi non ha a disposizione un computer o la possibilità di inoltrare la domanda nelle modalità indicate, può recarsi presso gli intermediari abilitati (Caf, consulenti del lavoro…) che inoltreranno la richiesta di rimborso.

Dopo che hai inviato la richiesta, l’Agenzia delle Entrate procederà con le opportune verifiche ed inoltrerà la domanda all’impresa elettrica che, entro 45 giorni dalla ricezione delle informazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, accrediterà il rimborso direttamente sulla tua bolletta.

Se hai bisogno di assistenza ed informazioni contatta Rete Consumatori Italia (Assoutenti, Casa del Consumatore e Codici) che, grazie al finanziamento del Ministero dello Sviluppo economico, ti tutela e consiglia su cosa devi fare anche per chiedere il rimborso delle somme di denaro che ti sono state ingiustamente addebitate.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Rimborso Canone Rai. Leggi come fare

    • In risposta ad Antonino. Il canone non lo paga:
      – chi non ha la televisione;
      – chi ha un componente della stessa famiglia anagrafica che paga il canone;
      – la persona con più di 75 anni di età e con reddito annuo non superiore a 6.713 euro.
      In tutti questi casi, per poter beneficiare dell’esonero, occorre inviare apposita dichiarazione entro i termini previsti.
      Sul sito dell’Agenzia delle Entrate puoi trovare tutti i casi particolari di esonero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *