Novità per i debitori che hanno la propria casa all’asta

 soldi3

Un’importante novità è stata introdotta con la riforma della giustizia civile recentemente approvata dal Parlamento per tutti coloro che hanno il proprio immobile all’asta. La modifica è quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l’articolo di legge esiste.

Nel dettaglio – spiega Stefano Santin della Casa del Consumatore – la riforma ha previsto che qualora il prezzo di vendita all’asta di un bene, ad esempio la casa, risulta eccessivamente basso tale da deprezzare il valore dell’immobile, si può ora richiedere la chiusura anticipata dell’asta e rientrare in possesso del bene. Precedentemente si poteva beneficiare solo di una sospensione dell’asta per un massimo di due anni, solo se richiesta dal creditore. La legge ora permette al debitore di richiedere la chiusura dell’asta per infruttuosità della vendita forzata.”

“Assistiamo ormai continuamente – continua Santin – ad aste immobiliari dove le case vengono aggiudicate con eccessivi ribassi rispetto alla perizia di partenza, generando sconti anche del 70% sul valore reale dell’abitazione. Sono numerosi i casi in cui, ad esempio, un immobile periziato 200.000,00 euro è stato venduto anche ad 80.000,00 euro, in seguito ai successivi ribassi del prezzo di partenza. In questo modo, precedentemente alla riforma, sussisteva una situazione paradossale: il debitore, oltre a non avere più la propria abitazione, rimaneva debitore nei confronti della banca dei restanti 120.000,00 euro“.

La modifica legislativa ha invece previsto che in caso di ribasso seriale d’asta e di deprezzamento eccessivo del valore del bene, il debitore potrà richiedere di cancellare il pignoramento tornando nella piena disponibilità dell’immobile.

“Certamente il debito rimarrebbe – precisa Santin – pertanto il debitore dovrà comunque, una volta fermato il pignoramento della propria casa, trattare con la banca uno stralcio della propria posizione oppure un rientro graduale del debito”.

La Casa del Consumatore darà, nei prossimi mesi, assistenza legale per presentare le opportune istanze, a tutte le famiglie indebitate che si ritrovano la propria casa all’asta. Infatti la modalità per fermare la vendita all’asta non è automatica ma prevede una particolare procedura.

“Troppe volte – continua Santin – abbiamo assistito a situazioni dove il debitore era riuscito a trovare un acquirente prima del pignoramento immobiliare ma la banca non ha concesso nessuno sconto per poi realizzare cifre nettamente più basse rispetto a quelle proposte, addirittura diversi anni dopo”.
Si tenga conto che, solamente presso i tribunali piemontesi sono previste, sino al prossimo mese di febbraio, 4456 aste immobiliari. Tale dato è destinato certamente a lievitare entro la fine del 2015.

Tutti coloro che vorranno ricevere assistenza possonoo contattare l’associazione telefonicamente allo 0141530197 o via email info@casadelconsumatore-piemonte.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

127 risposte a “Novità per i debitori che hanno la propria casa all’asta

  1. dopo 20 anni di lotta con le banche. dove mi anno preso tutto immobili soldi tutto . mi sono rimaste 2 camere dove vivo. naturalmente anno svenduto tutto. sono rimasti ancora dei debiti che ta 100 sono triplicati con interessi alle stelle . un avvocato adirittura mi a perso la causa del fondo patrimoniale senza mai dirmi niente, adesso mi mettono la casa all,asta ma non con il prezzo che vale, a 65.000 euro. il valore è di 150.000 euro. ditemi voi cosa devo fare. premetto che anno venduto il credito non so a quante finanziarie. una vergogna, e la legge è dalla loro parte.

    • Dopo una vita di lavoro autonomo alla grande, con l’entrata dell’Euro ho pian piano visto sgretolarsi il mio piccolo impero costruito con tanti sacrifici Ma non mi sono perso di coraggio e sono entrato nell’ottica di perdere tutto ma non tentare il gesto estremo
      Con questa mia filosofia dalla mia seconda vita, sto’ vivendo il tutto in allegria alla Grande e alla faccia di chi ha procurato tutto questo politicamente in Italia.

      • Sei un grande! La feccia che ha causato tutto il disastro in Italia gode a vedere soffrire i poveri italiani sempre più disuniti.
        Individualismo e poca solidarietà hanno permesso tutto questo schifo. Mentre la corruzione politica dilaga ai cittadini si chiedono sempre e solo sacrifici…loro ridono con i nostri soldi e noi tentiamo quelli che hai chiamato gesti estremi… Vivi la tua nuova vita!…

      • E’ una riflessione saggia e di grande crescita. Io sto pensando al gesto estremo. Stanca di essere stata spremuta e raggirata, sempre, per eccesso di onestà. Bravo Liberooooo hai fatto una grande conquista.

      • Complimenti x il tuo stato d’animo che condivido appieno….e maledetti tutti gli sciacalli che pensano all’affare della vita non soffermandosi minimamente alla disperazione che spesso si cela dietro ad ogni asta.
        …spero solo un giorno ci possa essere una giustizia eterna…che rabbia

      • Non so vome fare mi e sato messa la casa all asta per unmutuo concesso a terzi ho sempre chiamato la banca per un accordo ma voleva troppo adesso vedo che il valore di perizia da 240.000 si arriva a vendere la casa a 130.000

      • Grande professore! Facile correggere quando non si conosce chi scrive… E se fosse straniero? E se non ha avuto la possibilità di continuare gli studi? La prossima volta fatti i fatti tuoi

  2. SONO TUTTE FANTASIE LA LEGGE SEMBRA CHE TI VUOLE AIUTARE MA DI FATTO NON E COSI PROTEGGE LE CASTE CHE ANNO IN MANO LE ASTE GIUDIZIARIE GIUDICI AVVOCATI E AVVOLTOI IO NE SONO LA PROVA VIVENTE DI TUTTE LE CRUDELTA CHE HO SUBITO DA CODESTE PERSONE E NON E ANCORA FINITA SALUTI

    • E vero… Anche io sto perdendo una villetta a solo libera su quattro lati con giardino e rimessa pagata 260.000€ e una famiglia albanese se la sta aggiudicando a 37.400€…. Ho un istinto irrefrenabile di presentarmi all’asta e sterminarli tutti dal giudice al custode e dallo sciacallo che la sta comprando.
      Siamo dei coglioni… Gli extra comunitari sono una delle cause del carenza del lavoro, si offrono a meno di noi portandoci via il lavoro sottopagandolo e poi se abbiamo degli impegni con le nostre case ce le portano via gli stessi extracomunitari per un decimo di quello che lo avevamo pagata noi.. e una guerra fra povere decisa dai nostri politici.

      • purtroppo sono anch io nella M…..con la casa all asta,la moglie perde il lavoro,io pago fin quando non mi ritrovo piu un centesimo in tasca,allora ho dovuto rinunciare al pagamento del mutuo!!!!

      • Per Marco,
        ho letto per caso la sua situazione: provi a guardare questo articolo è una legge della fine del 2014 per i casi di offerta in asta giudiziaria inferiore al 30%:
        http://consumatore.tgcom24.it/2014/12/12/novita-per-i-debitori-che-hanno-la-propria-casa-allasta/
        Spero vivamente che possa aiutarla:
        Un’importante novità è stata introdotta con la riforma della giustizia civile recentemente approvata dal Parlamento per tutti coloro che hanno il proprio immobile all’asta. La modifica è quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l’articolo di legge esiste.

        “Nel dettaglio – spiega Stefano Santin della Casa del Consumatore – la riforma ha previsto che qualora il prezzo di vendita all’asta di un bene, ad esempio la casa, risulta eccessivamente basso tale da deprezzare il valore dell’immobile, si può ora richiedere la chiusura anticipata dell’asta e rientrare in possesso del bene. Precedentemente si poteva beneficiare solo di una sospensione dell’asta per un massimo di due anni, solo se richiesta dal creditore. La legge ora permette al debitore di richiedere la chiusura dell’asta per infruttuosità della vendita forzata.”

        “Assistiamo ormai continuamente – continua Santin – ad aste immobiliari dove le case vengono aggiudicate con eccessivi ribassi rispetto alla perizia di partenza, generando sconti anche del 70% sul valore reale dell’abitazione. Sono numerosi i casi in cui, ad esempio, un immobile periziato 200.000,00 euro è stato venduto anche ad 80.000,00 euro, in seguito ai successivi ribassi del prezzo di partenza. In questo modo, precedentemente alla riforma, sussisteva una situazione paradossale: il debitore, oltre a non avere più la propria abitazione, rimaneva debitore nei confronti della banca dei restanti 120.000,00 euro“.

        La modifica legislativa ha invece previsto che in caso di ribasso seriale d’asta e di deprezzamento eccessivo del valore del bene, il debitore potrà richiedere di cancellare il pignoramento tornando nella piena disponibilità dell’immobile.

        “Certamente il debito rimarrebbe – precisa Santin – pertanto il debitore dovrà comunque, una volta fermato il pignoramento della propria casa, trattare con la banca uno stralcio della propria posizione oppure un rientro graduale del debito”.

        La Casa del Consumatore darà, nei prossimi mesi, assistenza legale per presentare le opportune istanze, a tutte le famiglie indebitate che si ritrovano la propria casa all’asta. Infatti la modalità per fermare la vendita all’asta non è automatica ma prevede una particolare procedura.

        “Troppe volte – continua Santin – abbiamo assistito a situazioni dove il debitore era riuscito a trovare un acquirente prima del pignoramento immobiliare ma la banca non ha concesso nessuno sconto per poi realizzare cifre nettamente più basse rispetto a quelle proposte, addirittura diversi anni dopo”.
        Si tenga conto che, solamente presso i tribunali piemontesi sono previste, sino al prossimo mese di febbraio, 4456 aste immobiliari. Tale dato è destinato certamente a lievitare entro la fine del 2015.

        Tutti coloro che vorranno ricevere assistenza possonoo contattare l’associazione telefonicamente allo 0141530197 o via email info@casadelconsumatore-piemonte.it.

  3. spett.le redazione,ho aviato appena ricevuto il precetto dalla banca regolare atto di occposizione e regolare denuncia per aver fatto periziare il mutuo,pourtroppo gli avvocati di cui mi sono avvalso,tre per l’esattezza uno dopo l’altro nessuno dei tre ha pensate di richiedre una ctu d’ufficio in merito alla mia denuncia per usura,hanno solo pensatoad andare in tribunale,per l’udienza,chiedermi soldi,ma non operare,se immaginate che uno di quetsi riceveva dal sottoscritto 200 euro su carta posta pay per venire all’udienza e alla seconda non si è nemmeno prersentato.
    potete darmi un aiuto la casa e la sola cosa che possiedo
    grazie cordiali e distinti saluti franco luis ferrise

    • Sinceramente è strano o meglio raro vedere una esecuzione immobiliare andare avanti per vent’anni.
      ora la prima cosa da fare sarebbe chiedere una precisazione del credito al o ai creditori,
      Fatto questo ci possono essere vaire soluzione.
      Una è quella di vendere quanto rimansto al valore di mercato reale e trattare un saldo e stralcio,ma dico saldo e stralcio come si deve con i creditori.Il che vi darebbe la possibilità di risanare i debiti e residuare qualcosa per riniziare.
      Sicuramoente poi se la procedura è aperta da 20 anni fare 2 calcoli per usura contrattuale non sarebbe male.
      Per ultima se i debiti non derivano da attività fallibili si può provare ad accedere al poter accedere al sovraindebitamento o esdebitamento come previsto dalla legge legge n. 3 del 27 gennaio 2012. Preciso che comunque tale legge prevede la dismissione dei cespiti.

      • Ma chi ha la casa all’asta prima della legge del 2012 può richiedere lostesso la sospensione dell’asta? Qualcuno mi sa rispondere grazie

      • me la potresti spiegare in un modo piu chiaro e semplice questa cosa del saldo e stralcio per piacere,dato che ho una casa che è stata venduta al asta in piu è arrivata anche una lettera in ditta per il pignoramento del quinto dello stipendio mille grazie .

  4. Non essendo Previsto dalla Legge l’Estinzione dall’Asta non viene di fatto applicata tale Idea ,Le sentenze non Fanno Legge , e come quella di Napoli e stata poi rigettata dalla Cassazione

  5. Salve
    Io comprato la casa nel 2004 con mio ex marito
    Con un mutuo di € 115.000 € 100.000 per la casa e € 15 per le spese
    Dopo due anni io e mio marito siamo lasciati lui è sparito
    Io non lavoravo perché avevo un bimbo piccolo di due anni così
    la casa è andata l’asta nel 2009 È stata venduta
    È € 15.000 Nanne mezzo fa e adesso sono in affitto sempre la stessa casa
    E ho un debito con la banca di € 137.000
    Che nonostante la banca ha preso la sua casa adesso chiede il debito da me
    Io cosa devo fare come faccio a pagare tutti questi soldi alla banca con affitto a un figlio
    Il mio ex marito non si sa neanche Dove Tocca pagare tutto a me

    • l’unica cosa da fare è accedere al sovraindebitamento o esdebitamento tramitee la leggel legge n. 3 del 27 gennaio 2012

  6. Salve… la riforma interessa solamente solo per le case di abitazione o anche dei capannone ad uso magazzino?..
    grazie della cortesia…..

  7. h lasciato un quesito,un po’ di tempo fa,adesso il 15 maggio c’è la prima asta della casa,c’è qualcuno che può darmi un consiglio ?

  8. Salve,
    la riforma della legge in merito a ritirare l’esecuzione forzata, è retroaativa?
    S un pignoramento è del 2011 può beneficiare di tale riforma?
    Grazie
    Fabrizia

  9. Salve,anche io ho la casa all’asta,inizialmente la casa è stata valutata 145.000,ora è la terza asta e il valore è sceso a 110.00!il nostro debito è di 80.000.cosa posso fare?grazie a presto.

  10. Salve,ho la mia casa all’asta dal 2009,valutata 140000€.dopo svariete aste a vuoto,come minino 4 e arrivata a 90000€. La prossima è il 27 Luglio.visto che il mio debito era di 110000€ circa,se viene venduta cosa devo fare? E se non viene venduta come posso fare x recuperla visto che io vorrei anche pagare ma nessuno mi concede più soldi nonostante stia lavorando?
    Grazie.

  11. Buona sera. Io e il mio ex marito abbiamo fatto un mutuo di 105.000 € per l’acquisto di un appartamento. Dopo il divorzio per vari motivi non siamo più riusciti a pagare il mutuo. Alla fine la casa è stata pignorata, e venduta il mese di luglio per 27.000 €….. Io abito ancora in questo appartamento con due bimbi uno di 10 anni e uno di 1 anno. Volevo sapere adesso cosa mi aspetta? Io lavoro, e non so come funziona..cominceranno a trattenermi soldi dallo stipendio? Mi prenderanno anche il TFR? Cosa posso fare per proteggermi, visto che sono sola con due bimbi, e un stipendio? Aiuto….

  12. Un informazione….ho perso la mia casa l hanno già comprata all asta ma ora siccome che ho ancora il debito e siccome purtroppo i miei genitori mi facevano da Galanti ora anche la loro casa è all asta!!come posso fare x nn fare perdere anche ai miei genitori la propria casa!?AIUTO!grazie

  13. Salve, dopo vari tentativi di salvarmi la casa , proponendo di un minimo 400 euro messili su una rata mensile di 700 euro di mutuo, con un capitale residuo 125.000 mila euro (richiesta di mutuo 160.000 mila euro) nonostante avessi dimostrato e ero in cassa integrazione con una figlia a carico.. la banca ha preferito mandarla all’asta .. la casa è stata venduta all’asta 52.000 euro ora mi chiedo perche si sono accontentati di cosi poco, mentre il valore era di 180.000 euro circa e il rimanete del mutuo non vorranno mica accanirsi su di mè? sarebbe un suicidio pagare un mutuo se non hai più la casa …
    ora vi chiedo cosa mi aspetta in futuro ? come mi posso difendere?

  14. salve io ho un atto di pignoramento da parte del condominio, per 15.000 euro. premetto che non sapevo che il condominio può superare la banca. non so quando viene venduta all’asta,io sono disoccupato con licenziamento su giusta causa soggettiva e disoccupato da settembre 2014. oggi a ottobre 2015 non so se la casa e già all’asta. la mia domanda e : RICEVERO’ UNA COMUNICAZIONE DELLA VENDITA ALL’ASTA??? E QUANTO IN TEMPO VERRO’ AVVISATO?? SI PUO FERMARE LA VENDITA O SOSPENDERLA PER VIA DELLA MIA DISOCCUPAZIONE?? aiutatemi che non conosco la procedura effettiva,sono sposato con 2 figli minorenni di cui uno a 3 anni da poco compiuti. cordiali saluti giovanni

  15. Buongiorno a maggio mi sono venuti a fare la perizia che doveva essere depositata in settembre… le mie domande sono venuti: tra quanto la casa sarà messa all’asta per la prima volta? quanto tempo potrebbe volerci per arrivare ad una vendita? mesi, anni??

  16. buongiorno ,io ho la casa all’asta valutata dal tribunale 437000,00euro nel giro di un anno è scesa a 183000,00euro vorrei sapere se posso salvarla applicando la nuova norma di STEFANO SANTIN grazie

  17. Ho appena ricevuto l’atto esecutivo, ora me lo leggerò tutto per vedere se ci sono delle date per capire quanto tempo abbiamo.
    Ma io voglio appellarmi alla modifica legislativa che dice: IN CASO DI RIBASSO SERIALE D’ASTA E DI DEPREZZAMENTO ECCESSIVO DEL VALORE DEL BENE, IL DEBITORE POTRà RICHIEDERE DI CANCELLARE IL PIGNORAMENTO TORNANDO NELLA PIENA DISPONIBILITà DELL’IMMOBILE.
    pertanto il debitore dovrà comunque, una volta fermato il pignorametodella propria casa, trattare con la banca uno stralcio della propria posizione oppure un rientro graduale del debito.
    allora, calcolando che l’immobile ha un valore di circa 390,000 £ ed è stata battuta all’asta a 170,000 £ noi a chi ci rivolgiamo per fare questo ricorso? non ci rimarrebbe 1 euro in tasca e come possiamo ricostruire la nostra vita da zero? se c’è questa possibilità perchè la legge non vi si appella e non tutela noi cittadini normali?
    la ringrazio anticipatamente e aspetto una sua preziosa risposta
    se ha bisogno di più informazio non esiti a chiedere.
    Cordiali saluti

  18. La mia casa va alla prima asta il 10 dicembre volevo sapere se riuscivo a fare ancora qualcosa dato che i soldi del quinto li ho ma mi dicono in cancelleria che non puoi più fare niente e se li versi rischi di perdere anche quelli sulla perizia il valore e 278,000€ alla prima asta va a 201000€ io ne devo 53000 secondo lei cosa devo fare

  19. La mia casa pagata per maggior parte9/10 per un assegno a vuoto per problemi con il costruttore è stata DEPREZZata e messa all’asta .come posso fare per bloccare il procedimento ?

  20. Salve mi hanno messo la casa all asta al valore di 340000€ ed è sta acquistata al valore di di107000€ posso fare a qualcosa?

  21. Ciao a me mi hanno venduto la casa all asta l’anno scorso il valore della casa era 90.000 l’anno venduta a 22000 adesso mi mandano le carte vogliono 80000 euro voglio sapere si è possibile farmi questo grazie

  22. Salve.. Il 17 di febbraio 2016 e’ stata venduta la mia casa all asta. Sei mesi prima avevo chiesto alla banca il saldo e straccio.. E la banca mi avvisa che se entro tre gg non paghi 85000 allora non vuole nessun accordo con me… E dopo la casa va venduta all asta. Io riesco fare qualcosa? Anke ora siamo disposti a pagare basta ke ci diano tempo di almeno 1 mese.

  23. salve: sono coinvolto in un un pignoramento della casa di un mio carissimo amico disoccupato con moglie e due figlie gli anno gia venduto due immobili , adesso alloggiano nella vecchia casa dei genitori. quanto prima metteranno all’asta pure questa casa. faccio presente che il mio amico a fatto pure una denuncia alla procura, per indubbia provenienza dei denari con le quali un tizio apparentemente (morto di fame)compra all’asta tutto. secondo la legge sopra da voi descritta, può il mio amico avvalersi e non essere buttato in mezzo alla strada. grazie e vi prego. saluti mario

  24. non vorrei sbagliarmi, facendo un commento mi assicurate che la mia mail non sarà pubblicata, spero che sia un errore. la mia mail e qui in bella vista vi prego di correggere. grazie

    • Per Mario: la tua mail la vedi solo da loggato. Prova ad accedere da un altro computer e vedrai che non si vede. Ciao!

  25. HO ILFABBRICATO DOVE SVOLGO REGOLARMENTE LA MIA ATTIVITA’ DI CENTRO FITNESS E BENESSERE CHE STA PER ANDARE ALL’ASTA . IL FABBRICATO è DI PROPRIETà DELLA STESSA SOCIETà CHE GESTISCE L’ATTIVITà INTERNA. HO SAPUTO CHE LA PERIZIA FATTA DAI TECNICI INCARICATI DAL TRIBUNALE è MOLTO PIù BASSA RISPETTO AL VALORE REALE DEL BENE CHE Fù STIMATO PER IL MUTUO STIPULATO NEL 2011 (CIRCA IL 65% IN MENO), L’IMPORTO TOTALE DEL MUTUO RISULTA ESSERE SUPERIORE DEL 40% RISPETTO AL VALORE DATO ALL’IMMOBILE. POTETE AIUTARMI? GRAZIE

  26. Salve …io ho un mutuo di 170 mila euro .La casa è 50%.Lui non ha più voluto pagare dopo la separazione.Io ho continuato per altri due anni a pagare da sola ma era impossibile anche perchè la casa è al nome di tute due. Ho smesso di pagare dopo due anni di separazione. Ora ho l atto di pignoramento …cosa posso fare per poter salvare e nello stesso tempo essere solo di chi lo paga??Grazie
    cordiali saluti

  27. Salve,io scrivo perchè la mia casa è stata pignorata qualche anno fa’ dal monte paschi di Siena per 4 rate arretrate e messa all’asta con esito negativo (invenduta) da qualche anno , avevo anche un’attivita’ commerciale che per la crisi da meno di un anno è andata in fallimento quindi il curatore fallimentare è subentrato in primis sull’immobile ,cosa succederà ora? rimetteranno ancora la casa all’asta ? e se non andrà venduta ? andrà a ribasso ? è vero che dopo 4 vendite all’asta il debitore puo’ rientrare in possesso dell’immobile ? è anche vero che una legge dice che dopo tre tentativi di vendita è stato riconosciuto che per lo stress che i tentativi di vendita provoca al debitore le aste vengono revocate ?
    confido in una vostra risposta.
    grazie

  28. La mia casa e stata venduta. Ieri 8marzo all asta,li ho. Detto di quello che avete scritto e il giudiziario ha detto. Che non e vero lui non sa niente di questa legge,non voleva ni anche parlare io cosa posso. Fare adesso un consiglio perché. Non voglio. Lasciare la casa

  29. salve : mi sorge spontaneo dire come introduzione, un proverbio calabrese. amara la pecora che deve dare la lana. le banche sono della lobi intoccabili. pertanto se il governo non legifera a favore delle famiglie, saremo sempre vessati

  30. A me oggi e andata per la prima volta casa all asta, venduta subitoa un prezzo 120 di stima dal perito della banca 78 mila di rate pagate all asta aggiudicata A 91500 mila. Ora io che posso fare? devo lasciare la mia casa? ho pure il marito invalido. Ho diritto a fare qualcosa opporre fare ricorso? per favore aiutatemi… io ero disposta a pagare 500 euro al mese. Pur di ritornare in regola con la banca. Ma loro li volevano tutti e subito. Chiedo consiglio aiutatemi

  31. Praticamente aggiudicata con busta chiusa dicono loro.. ora che e stata scippata a me. Io nn posso fare piu nulla ? devo aspettare l ufficiale giudiziario e lasciare l immobile? chi mi tutela da questa gente ? 28 anni che ci abito ho speso io x tutte le ristrutturazioni. Possibile che nessuno mi.puó tutelare? Pagate 7/8 anni di mutuo poi abbiamo perso il lavoro, ma avendoci chiuso anchebil conto x noi difficile ma facevo i bonifici a favore di unicredit, aiutatemi vi scongiuro.

  32. salve ho la mia casa all’asta e andata gia 4 volte adesso a maggio ci sara’ un’altra asta on meno della meta’posso fermare con questa legge che dite voi.avevo un debito di 110000 euro casa valutata 168000
    adesso va all’asta per poco piu’di 64000.aiutatemi grazie

    • Carmen .. scusa se disturbo… ma io ho il tuo stesso problema. Volevo sapere se sei riuscita a fare qualcosa con questa legge? Grazie

      • Ciao, io sono Paola, la mia casa andrà all’asta a Febbraio 2018 per la quarta volta a meno della metà del suo valore, anche se fosse venduta, cose che non mi auguro, il debito che ho con la banca non verrebbe estinto, e la banca continuerebbe con i pignoramenti … per usufruire dell’art.164 bis disp.att.cpc bisogna fare un’istanza al giudice dell’esecuzione con la richiesta di estinzione della procedura esecutiva per infruttuosità della vendita, e ci vuole un avvocato, l’istanza sarà accolta o meno a discrezione del giudice, molti giudici non accolgono istanze di questo tipo perchè nel processo esecutivo il debitore non ha alcun diritto, dicono, e in secondo luogo perchè, pensano che per quanto basso possa essere il ricavato della vendita, se può essere sufficiente a coprire le spese del processo non sarà da considerarsi infruttuoso, è un brutto mondo, le banche fanno quel che vogliono, tante persone che leggono questi post, mi sono venute a dire, ma cosa vuoi, se ti vendono la casa è perchè non l’hai pagati, non è sempre così, a volte per lavorare servono soldi, la banca te li da se metti l’ipoteca sulla casa, se le cose vanno male ti prendono la casa, anche se vale più del doppio dei soldi che ti hanno prestato e che avresti restituito se solo ti avessero dato più tempo, cerco nel mio piccolo di sensibilizzare le persone che si interessano alle aste, se nessuno comprasse, le cose cambierebbero, ma mi sento prendere in giro, perchè “si fanno gli affari alle aste” a discapito della gente che perde la casa, la dignità, la famiglia e a volte la vita, perchè quanto ti vendono la casa all’asta non perdi solo quella …

  33. Salve ,ho ricevuto la lettera della banca il quale mi chiede di restituire l’intero capitale in 5 giorni!ma io non ho 125000mila euro ,sono 8 anni che pago apparte l’ultimo che non ho pagato ora sono sotto di 7500 ma se riesco a trovare i soldi 7500 posso ancora contrattae con la banca dopo un eventuale rinegoziazione del mut ? Perché con i tassi attuali pagheri 470 euro mensili e tutto si aggiusterebbe ho mi devro impiccare come vuole la banca ? Grazie aspetto una vostra risposta .

  34. Ciò che hanno fatto è un abuso di potere. In realtà non si può sequestrare un bene e rivenderlo al valore che il sequestratore vorrebbe per ricuperare solo i suoi soldi. Dovrebbe essere un dovere di chi sequestra il bene di valutare prima il bene per il suo vero valore e se il sequestrante vuole rivendere la proprietà si potrebbe solo abbassare il prezzo di poco (massimo 20% in meno) come si fa normalmente quando si ha fretta di vendere una proprietà. Siamo noi che non abbiamo chiesto dei contratti che rispettino i nostri sacrifici e siano caduti a firmare dei contratti volgari, ingordi e meschini. Si può forse fare una petizione contro il governo che ha permesso tali contratti che violano i diritti dell’individuo o contro chi ha emesso i contratti. Provate a vedere se la mia petizione ha della speranza di essere portata avanti. Inseritevi dentro anche voi.
    https://www.change.org/p/renato-brunetta-contro-i-sequestri-che-svalutano-le-propriet%C3%A0-per-mancati-pagamenti

  35. BUONDI’: CHIEDO INFORMAZIONE PER UNA PERSONA CHE HA UN MUTUO CHE NON CE LA FAREBBE PIU’ A PAGARE ESSENDO DISOCCUPATO E DEVE ANCORA 80 MILA EURO ALLA BANCA MENTRE LA CASA ORA E’ VALUTATA CIRCA 50 MILA EURO. LA BANCA POTREBBE ACCETTARE DI VENDERLA AD UN’ALTRA PERSONA PRIMA CHE LA CASA VADA ALL’ASTA E CHE NE FRUTTERA’ DI SICURO DI MENO DI 50 MILA? VISTO TUTTE LE CASE E APPARTAMENTI IN ASTA SVENDUTI DAI 15 MILA A TRENTAMILA EURO, PER ESEMPIO UN APPARTAMENTO NELLA STESSA ZONA MESSO BENE E’ STATO VENDUTO A 28 MILA EURO! ASPETTANDO VOSTRA CORTESE RISPOSTA SALUTO E RINGRAZIO! P.M.G.

  36. Che numero di articolo è questa legge? Questa legge è definitivamente una vittoria contro il fascismo e chi l’ha fatta è stato bravissimo. Quasi sicuramente non è retroattiva ma si può fare una petizione.

  37. buon giorno e buona Pasqua..
    a maggio 2015 per colpa di cause trascurate e avvocati e commercialisti incompetenti mi hanno inscritto pignoramento sul mio 50%della prima casa e ultimamente si sono affiancate anche equitalia e un altra società..il valore del pignoramento è di circa 38.000 euro,di equitalia 54.000 e dell altra causa intorno ai 70.000(è un srl di cui io proprietario del 70%)
    la casa ha un fondo patrimoniale(poiché acquistata insieme a mia moglie nel 2001 e ora abbiamo una figlia di 12 anni)ma quando l abbiamo costituito era presente ipoteca DECADUTA di colui che ora ha fatto il pignoramento di 38.000….
    ora le domande sono:
    1)l il giudice nonostante il fondo patrimoniale può decidere di mandare all asta l immobile?
    2)se si andrà all asta solo il mio 50% o anche il 50%di mia moglie(che non ha nessun debito)
    3)mia moglie ha diritto di abitazione dentro la NOSTRA casa(visto che ci abitiamo con residenza da 15 anni?)se verrà venduta?
    4)se andrà all asta (50% o tutta)mia moglie ha diritto di partecipare all asta ed eventualmente riacquistarla?
    5)il valore totale di mercato della nostra casa è di circa 140.000,considerando che il mio debito è superiore del mio 50%..si può bloccare questa procedura e non mandarla all asta?anche dichiarandomi cattivo pagatore a vita….
    spero di essere stato più chiaro possibile cosi da avere delle risposte che attualmente non ho e non mi fanno più dormire…

  38. Dovremmo tutti i cittadini italiani pubblicare costantemente di non comprare mai piu’ case all’asta in

    modo che le banche potessero attaccarsi al tram,e chi compra… assaltarlo e levarci tutto.

    • se le case di chi non paga le rate del mutuo non fossero vendute , le banche non concederebbero piu’ mutui , anche a chi onora i debiti.
      Dovremmo prescindere dalle ragioni peronali ,se vantiamo un credito da un terzo e il terzo non ci paga gli facciamo un decreto ingiuntivo? lo stesso fa la banca.

      • Infatti gentile signore, le banche dovrebbero erogare i mutui a chi è realmente nelle condizioni di poter assolvere gli impegni presi, al limite richiedere, la prestazione, di garanzie accessorie, quali ad esempio la fideiussione, qualora non vi fossero tali requisti, dovrebbero astenersi dal concederli, punto e basta. D’altronde concedere un muto, quando già sai che al 90%dovrai adire le vie legali per recuperarlo a chi serve? A nessuno, ne al cliente ne alle banche che lo erogano.

    • Commenti come questi e come altri all’interno di questa pagina ritengo che siano scritti da persone che sono la causa della rovina dell’Italia. Vittimismi di persone che si indebitano e poi si lamentano della propria situazione.

  39. Buon giorno
    anch’io ho casa all asta la prima asta sarà il 3/05/2016
    Il mio debito con la banca era di 60,000 euro ora la casa e andata all asta per 280,0000
    Io posso contrattare con la banca e pagare il mio debito per salvare casa
    Grazie a chi mi risponderà

  40. Buongiorno,la casa coniugale intestata alla mia ex moglie che tra l’altro mi era stata affidata in separazione giudiziale,visto che era andata via dcappando con i nostri tre figli abbandonandomi dopo una malattia(aneurisma.) e’ stata pignorata,messa all’asta e venduta ad un prezzo vista anche la ctu€.250.000del tribunale ad un terzo del suo valore.€.100.000oltre che credo possa io oppormi al terzo acuirente avendo titolo anteriore al pignoramento,la banca mi informa che avanza ancora soldi dalla esecutata la mia ex moglie e da me che avevo fatto come unica fonte di reddito da garante.l’ufficiale giudiziario che ha avviato l’esecuzione il 23/03/2016 subito dopo l’asta8/03/2016mi diceva che entro il 06/05/2016 dovrei condegnare chiavi ad IVG nominato cistode giudiziario.dunque oltre il danno e la beffa mi restano tempi molto limitati e Vi chiedo gentilmente di aiutarmi dandomi anche per E-mail le giuste indicazioni su cosa fare?e come muoverni nei migliori dei modi e nei tempi piu’idonei e giusti al mio Caso,che anche per le precarie condizioni pschico/fisiche dopo l’aneurisma con emorraggia celebrale di certo non sono delle migliori purtroppo.anticipatamente Ringrazio.E’gradita l occasione per PorgerVi Distinti,saluti
    Buon lavoro.
    Cordialita’.
    Autorizzo al trattamento dei miei dati personali.

  41. VI PRENDONO LE CASE PERCHE’ FINORA HANNO GOVERNATO PARTITI CHE SOSTENGONO LE BANCHE INVECE DEI CITTADINI, ANCHE IO SONO NELLE VOSTRE STESSE CONDIZIONI

  42. buongiorno, prima dell’asta ho trovato un accordo con la Banca confermato da scambio di mail ma il giudice non ha accettato il rinvio e sia l’avvocato della banca che il mio fra le cose avvocato della stessa banca (non ne ero al corrente) non hanno provveduto ad esibire tale documentazione e la mia casa è stata venduta ugualmente, il giorno dell’asta nessuno ha riconfermato l’accordo di sospensione chiesto dalla Banca fino al 2017. il compratore pur io essendo d’accordo a restituire l’anticipo € 9.600,00 non ne vuol sapere. cosa posso fare per non perdere definitivamente la mia casa?
    grazie a chi mi riuscirà a dare delucidazioni

  43. Buongiorno. 74 anni, invalida civile, pensione di 520 euro mensili, compresa la reversibilità. Nucleo familiare: Figlia primogenita, 39 anni, madre single, con bambino di dieci anni a carico. Figlio di anni 34, sposato con ragazza della Bielorussia. Tutti disoccupati.

    1) Mio marito è deceduto a 52 anni. Un anno di coma dopo emorragia cerebrale causata da rottura di aneurisma. Era un meccanico dentista ed aveva aperto alcuni negozi in società con un commercialista. Quella disgrazia improvvisa ci ha gettato sul lastrico, facendoci perdere tutto, ad eccezione della prima casa. In quanto eredi del De Cuius abbiamo accettato i debiti perchè era l’unico credito che restava. Tutto ciò si è verificato proprio durante la grandi crisi economica italiana. Ovviamente.

    Una settimana dopo la morte di mio marito, si è fatta viva la sua amante, che tra l’altro è la nipote acquistata di mia sorella, pretendendo la restituzione di 25.000 euro, che sosteneva aver prestato a quest’ultimo. Siamo andati in causa e l’abbiamo persa, pur mancando la prova della dazione di quei soldi, di cui non abbiamo visto un solo euro.
    A suo favore, la creditrice aveva due assegni, scaduti da circa un anno ed un biglietto scritto a mano, in cui mio marito ammetteva il debito. Egli avrebbe potuto averglieli già restituiti, o almeno in parte. Non risulta alcun versamento sull’unico conto bancario di mio marito, nè alcuna traccia di quel denaro.

    Non disponendo di soldi, con due figli disoccuppati, mi sono appellata al giudice, affinchè dilazionasse l’importo totale, ridotto a 23.000 euro, dopo la conversione di 5.000 euro versati sul conto del tribunale da parte mia, in 36 rate. La mia richiesta è stata respinta, incluso il fatto di posticipare dal 1 gennaio al 1 giugno 2015 la prima rata, sì da consentirci di trovare un lavoro stagionale per miei figli. Ovviamente il giudice si è opposto, dicendo che dovevo ancora ringraziare la magistratura e la creditrice per avermi consentito di salvare la mia casa dalla vendita all’asta. Dispone che le 18 rate, di 1.394 euro mensili ciascuna, partano da gennao 2015.

    Tramite collette varie, sono riuscita a pagare quattro rate. Poi più nulla. Mia figlia ha lavorato un mese e mezzo, a marzo, in un albergo a fare le pulizie, poi si è rotta i legamenti del ginocchio ed è entrata in mutua fino alla fine del contratto a termine, ovvero giugno 2015. Non ha potuto lavorare durante tutta l’estate. Doveva subire l’intervento ad ottobre.

    Mio figlio è andato in Olanda per cercare lavoro. Doveva iniziare la seconda settimana di ottobre.

    Otto ottobre 2015. Cado all’indietro da sei scalini in cotto. Una brutta frattura scomposta e frammentata del polso, trauma alla spalla, frattura al piede sx. Vengo ricoverata e sottoposta ad intervento chirurgico, dopo riduzione frattura. Mia figlia deve rimandare il suo intervento ai legamenti ed al menisco.

    Mio figlio è costretto a rimandare la partenza per l’Olanda e il lavoro di aiuto-cuoco. Inizia a cercare in zona, senza trovare nulla, perchè siamo ormai in bassa stagione.

    Da circa un anno e mezzo ritiro gli alimenti ogni settimana alla Caritas, che paga anche le bollette della luce. L’assistente sociale si prodiga per richiedere un contributo, ma alla fine ce lo negano.
    Mia figlia è stata operata ai legamenti del ginocchio a marzo 2016, quando io sono riuscita ad essere appena autosufficiente. Devo essere nuovamente operata al braccio e riesco ad usare la mano sx solo parzialmente.

    Mio figlio e mia nuora hanno trovato un lavoro stagionale ed iniziano a metà maggio.

    Marzo 2015. Cii viene comunicata la visita del perito del tribunale per la valutazione dell’immobile in vista della vendita all’asta dello stesso. Facciamo notare che il valore dell’immobile, dopo crisi immobiliare, può aggirarsi intorno ai 300.000 euro. Il perito mi fa notare che il debito residuo dei 18.000 euro circa non è minimamente proporzionato al valore dell’immobile e che ci sarebbe la possibilità di una transazione con l’amante di mio marito, che in passato si è rifiutata di trattare e di sistemare la cosa con pagamenti rateali, per pura perfidia.

    Prima domanda: Come evitare le spese notevoli di tale perizia? E’ ancora possibile farlo?

    2) Quasi in contemporanea, l’avvocato che si occupa del caso, ci comunica che l’immobile di L., intestato a mio figlio, è stato messo in vendita all’asta, senza che nessuno di noi abbia mai ricevuto alcuna raccomandata dal tribunale di pertinenza.

    Seconda domanda: E’ possibile tutto ciò? La Banca Popolare, presso la quale avevamo fatto il mutuo, ha ceduto il credito ad una società di recupero crediti, che non ci ha neppure interpellati per una transazione qualsiasi, procedendo direttamente alla vendita all’asta.

    Mentre è possibile che il caseggiato rurale di L. non risvegli l’interesse di molti acquirenti, sono certa che quello della prima casa di N., dove viviamo dal 1987, ottenga immediati consensi, vista la posizione panoramica a 360° sul golfo e l’isola.

    Sono a chiedervi di venire in mio aiuto per uscire dalle corde ed evitare la vendita all’asta di entrambi gli immobili.

    Grazie dell’attenzione e buon lavoro.

  44. Buongiorno,
    il 21 giugno ho la quarta asta della casa dove vivo con mio padre e mio fratello, la casa è intestata a mio padre lui aveva una ditta che gli è andata male e sono usciti fuori con il pignoramento della casa, le altre aste sono andate tutte deserte, il prezzo ora si è abbassato da 239.000 iniziali a 134.000, io sto cercando di prendere un mutuo per poter ricomprarmi la mia casa all’asta (consigliato dal mio avvocato) così da avere la casa a mio nome in modo che non risulta più nulla a nome di mio padre, ma purtroppo con solo il mio stipendio nessuna banca mi passa il mutuo per potermela ricomprare, e mio fratello non può risultare nel prendere il mutuo assieme in quanto già ha il pignoramento di 1/10 del proprio stipendio in busta paga. Il debito di mio padre sarebbe di 67 con equitalia e 58 tra altri tre creditori (banca-leasing ed un fornitore della ditta che aveva mio padre). La ditta era stata chiusa ma essendo da solo nella ditta non era stata dichiarata fallita. Come posso fare per poter annullare l’asta e potermi tenere la casa? Vi prego sono disperata

  45. Buongiorno, sono proprietario, in comunione dei beni con la coniuge convivente, di un appartamento, in cui vi abitiamo da 25 anni, e per il quale nel 1993 veniva stipulato atto di compravendita con la sola clausola che l’ipoteca presente, doveva essere tolta a spese della ditta costruttrice entro l’anno solare in corso ( si consideri che l’immobile fu pagato in contanti).
    Diversi anni dopo 2002 mi sono visto presentare un CTU che doveva periziare l’immobile poiché vi gravava un’ipoteca che la ditta, fallita nel 2006 quindi ben oltre i due anni dall’atto notarile non aveva estinto il debito che pare ammontasse a circa 14.000.000 del vecchio conio.
    si consideri che mai nessun ente creditore ha cercato lo scrivente e/o la propria moglie.
    Correva l’anno 2012 quando ci venivano notificate le vendite all’asta dell’immobile, che ad oggi sono state ben cinque. Nel mese di aprile mi è stata notificata l’ennesimo avviso di procedura fissata per il corrente mese. Si consideri che mi sono rivolto ad un legale che mi ha materialmente detto che non si può fare nessun tipo di opposizione e che l’unica cosa è partecipare all’asta. Mi chiedo due cose come potrei partecipare all’asta se secondo le leggi ( sarei il debitore anziché il danneggiato) non posso concorrere? Inoltre perché con un atto di compravendita e mai una notifica di avviso di pignoramento il tribunale ha permesso di emettere l’esecuzione? Posso chiedere in virtù delle nuove norme l’annullamento dell’esecuzione? considerato che oltre tre aste sono andate deserte’ Come procedere?
    Considerato che il lasso di tempo rimasto è davvero poco, il vs autorevole riscontro lo si consideri a carattere d’urgenza. Colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

  46. Buonasera vorrei un parrere URGENTE I MIEI GENITORI CIRCA PIU DI 30 ANNI fa ANNO PRESSO UN PRESTITO DI 20 MILIONI CHE UN PAIO DI RATE ANNO PAGATO POI NO ADESSO E L ULTIMA ASTA E OGGI 8 GIUGNO A CASA DI MIA MAMMA E VENUTO UFFICIALE GIUDIZIARIO PER DIGLI CHE DEVE LASCIARE LA CASA mia mamma adesso a 75 anni la casa e valutata 30 mila euro all asta cosa posso fare io quei soldi nn li ho vi prego datemi un aiuto scusate se nn scrivo il nome e il cognome ma vivo in un paesino della sardegna dove tutti comentano grazie

  47. Salve e’ una vergogna in italia ancora tutto cio’ ho gli unici beni all’asta fatti con sacrificio dai miei con 30 anni di duro lavoro e serieta’ la banca gli ha fatto fare dei mutui per €.400.000,00 contro un debito di €.200.000,00 un locale di valore di €.150.000,00 e’ stato venduto a €.25.000,00 si puo’ questo?dopo tutto con avere in mano una perizia di Usura per €.104.000,00 le istituzioni non aiutano nessuno delle persone serie e’ una vergogna….dobbiamo aiutarci da noi insieme…chiedo aiuto legale Saluti

  48. ho la casa alla quarta asta giudiziaria ,mi dicono che sarà messa a offerta libera ,alla
    terza asta era già scesa da € 253.000,00 a € 143.000,00 ,cosa posso fare a finché non venga venduta a un prezzo ridicolo e che non mi farà sanare il debito che ho con la banca che è di 157.000,00. Posso oppormi a finché ciò non succeda?

  49. Salve…la casa di mio marito e stata venduta al asta il mese d’aprile..adesso ci hanno notificato che entro 30 giorni bisogna consegnare le chiavi e liberare l’abitazione. Noi abbiamo un bambino di 14 mesi…in questo caso non ci concedono un po di tempo in più per liberare l’abitazione ? Cosa posso fare per tutelare il mio figlio? In oltre la casa ha un valore di 400 000€ ed estata venduta a 80 000.

  50. salve hanno appena venduto all’asta la casa di mia mamma, ci stiamo opponendo perchè la CTU ha dato un valore per la base d’asta dell’immobile nettamente inferiore a quello delle agenzie dell’entrate. nella CTU hanno dimenticato pure di inserire il garage nella valutazione. ci siamo opposti il CTU ammette l’errore. Il prezzo commerciale della casa sarebbe ora attorno ai 250 milla euro. la base d’asta è stata fissata a 110 mila. il bene è stato venduto a 145 mila.
    Il giudice pur prendendo atto di quanto gli abbiamo contestato, prima ci dice l’opposizione è tardiva suggerendo di attendere la prima asta (avvenuta a febbraio). noi poi dopo la vendita chiediamo udienza al giudice per opporci alla valutazione della CTU e al prezzo troppo basso della base d’asta. Il giudice emette una senza dove sostanzialemente scrive:
    si è vero il prezzo è troppo basso ma i debiti vanno pagati quindi chi se ne frega….Io me ne lavo le mani.

    Ora abbiamo richiesto udienza al collegio dei giudici nella speranza che ci diano retta e vogliano andare a fondo.

    nel frattempo a ottobre l’asta di un altro immobile (2 asta) per un debito residuo di circa 20 mila euro. il valore commerciale dell’immobile sarebbe di circa 150,000, anche quì il CTU è stato basso nella valutazione, ed ora la base d’asta sarà di 40,000.

    ci potreste dare un consiglio? vorremmo provare a salvare almeno il negozio servirebbero 25,000 euro per liquidare i creditori e riscattare quest’ultimo immobile dall’asta (fissata per ottobre 2016). esitono fondi destinati a questo tipo di situazioni, ai quali si può attingere, mia mamma ovviamente non ha più accesso al credito bancario.

    per chiudere: mia mamma sta perdendo tutto all’asta per un debito iniziale davvero esiguo di circa 4 mila euro. poi si è inserita la banca con cui avevamo il mutuo e tutti hanno gonfiato i debiti vantati all’inverosimile, dall’altro la CTU è andata al ribasso. Risultato stiamo perdendo le fatiche e i sacrifici di un’intera vita.

    Grazie

  51. sto impazzendo non vedo soluzioni e mi passano tante cose per la testa la casa e a lasta prima casa vorrei trovare una soluzione ma mi dicono che non ce devo solo morire quello che mi da forza di andare avanti e mio figlio che a solo 13 anni spero di reggere il colpo e andare avanti non era meglio che la banca trovava un accordo con me senza che la metteva a lasta e svederla per poi continuare a chiedermi il resto dei soldi che avanza

    • Buon giorno,
      io sono un consulente del debito.
      Collaboro con un’azienda peritale che si occupa di dare al cliente la soluzione per contestare le banche.
      E mi creda che SI PUO’!

    • Per Lucia: l’articolo contiene già molti consigli e abbiamo anche già risposto ad alcuni. Questo è però un blog e non un sito dove chiedere consulenze. Chi ha piacere può contattare Casa del Consumatore (0276316809) e sarà consigliato ed aiutato. Ciao!

  52. buonasera, ho la casa, prima abitazione, all’asta. Ci vivo io, mio marito e i miei 2 figli. Diversi anni fà abbiamo preso un mutuo per ristrutturarla perchè era un lascito dei miei genitori e necessitava di alcuni rifacimenti metano, impianto luce …
    Poi la crisi ci siamo trovati entrambi senza lavoro, non abbiamo potuto più pagare le rate del mutuo. Ora siamo arrivati alla prima asta,il prezzo è molto basso rispetto al valore della casa.
    Oggi mi chiama il curatore fallimentare e mi dice che viene a casa ad affiggere i cartelli VENDESI…ma mi chiedo e vi chiedo si può? Mi sembra di essere nel medio evo, che quando una donna era adultera gli cucivano la lettera scarlatta..Cosa mi consigliate di fare io non voglio assolutamente perdere la mia casa!!!! La legge perchè non ci tutela abbiamo vissuto per un periodo con i soldi della caritas…Spero che ci sia una soluzione..grazie saluti

  53. salve purtroppo grazie a un cliente maledetto ho generato un debito nel 2007 dove la banca ha voluto la garanzia mia e di mia moglie con le firme congiunte e un ipoteca di 2°grado dell’immobile
    successivamente mia moglie se ne è andata forse stanca del debito e io ho cercato di tenere la casa facendomi carico di tutto e senza avere piu nessun aiuto da lei
    Oggi mi ritrovo con l’immobile in asta a novembre ci sarà la terza chiamata
    Ho dovuto trasferirmi dalla mia compagna con la quale ho una bimba di 3,5 anni
    Le condizioni economiche attuali non mi consentono piu di far fronte al mutuo
    Nessuno mi ha mai aiutato nemmeno gli avvocati
    Ho lavorato una vita per avere un tetto e oggi il sistema me lo porta via
    Grazie a questo non ho piu credito dalle banche e non posso nemmeno cercare una casa in affitto visto che viviamo in 40mq in 4 persone

  54. Volevo chiedere avendo un garage all’ asta valore stimato € 50.000, se posso chiedere l’ annullamento dell’ ipoteca dato che il debito è di € 19.000 più spese calcolate in circa € 4.000 e la prossima asta vedrà l’ immobile venduto a € 20.000…!

  55. Nonostante vari tentativi non sono riuscito a nin far mettere la casa all’asta..bene stimato dalla perizia 138.000 mila dal 2913 inizio l’asta domani 5 ottobre 2916 ci sarà per ennesima volta lladra per un valore di 22:000 circa , volevo sapere poteva sospendere e fare una richiesta all’assicurazione per estinguere il debito,dato che sono un ex forze dell’ordine e mi hanno riformato causa dipendenza di servizio..legge del 1954.. grazie..della cortese attenzione…

  56. salve , proprio oggi a mio padre è arrivata l’ingiunzione di pignoramento dell’immobile e appuntamento per il sopralluogo per la valutazione , la casa di mio padre è di proprieta della banca sino ad estinzione del mutuo ( che paga regolarmente senza aver mai saltato un canone ) , il motivo del pignoramento è un debito di circa 60000 creato dalla sua societa che era una snc che aveva tre soci ma per il quale risponde lui . essendoci ancora beni della societa non dovevano prima pignorare quelli? perche si sono avvalsi subito della csa di mio padre ?
    si puo fare qualcosa ?

  57. Salve ! Chiedo aiuto e consigli se possibile. Io ho la casa in asta per non avendo pagato i l mutuo ultimi 4 anni purtroppo per mancanza di lavoro, il 26 ottobre é la terza asta in qui la casa viene venduta per 56000 euro. Io devo alla banca 130000. Mi chiedo come mai la banca lo vende per così pochi soldi che non prende manco la metta di quello che io devo? Invece di lasciarlo almeno al debitore e di cercare di trovare un accordo di pagamento? E di più ancora, non ci pensa nemmeno che butta fuori casa in mezzo la strada donne , anziani e bambini? Alla fine non è colpa nostra che da 5 anni in italia manca il lavoro lo stato italiano dovrebbe darci lavoro non prenderci le case e la vita perché il governo italiano non diventerà ricco portandoci via le case alla gente onesta con il quarto del valore reale della casa. “Grazie in anticipo se qualcuno mi potrebbe essere di aiuto “

    • Qualcuno ha trovato qualche soluzione per salvare la propria casa? Quale suggerimenti? ! Insieme , forse possiamo farcela, tutti quanti siamo un esercito! opponiamoci alla vendita delle nostre case! .CHIAMATEMI Rosetta

  58. salve dal 2007 che la mia casa e all’asta e ieri e stata fatta l’ultima asta penso sia 5/6 se non di più e andata deserta da 240000 a 115000
    e hanno emesso una sentenza senza giudice per il 5 dicembre per accordi con la banca
    posso chiedere la sospensione del pignoramento e la restituzione del bene? come devo fare?
    grazie cordiali saluti.

  59. Salve, faccio parte anche io di coloro che hanno subito un pignoramento causa insolvenza. La casa in questione la comprai nel 2007 per 52000€ chiedendo un mutuo più surroga per un totale di 80000€. Nel 2009 ho perso il lavoro e attualmente sono disoccupato. Ho abbandonato la casa trasferendomi dalla mia ragazza ma senza spostare la residenza. Cosa succede se la casa viene venduta non avendo reddito, ne fondi su conto corrente? Mi sto rassegnando a lavorare in nero e so già che perderò la residenza e tutti i diritti civili annessi. In questa situazione preferisco pensare a soluzioni estreme piuttosto che vivere sotto i ponti.

  60. Salve, io mi trovo in una situazione veramente disperata, siccome nel 2008 mi sono separato il giudice ha deciso di sostituire gli alimenti con il diritto di abitazione alla mia ex moglie, poi avendo una ditta individuale le cose sono andate male e nel 2013 mi pignorano casa, e dopo 6 tentativi di vendita all’asta, arrivando a circa il 70% del valore ma difficile trovare ci rispondeva, adesso il giudice attuale che ha annullato il diritto di abitazione che il giudice nel 2008 ha assegnato alla mia ex moglie, si può fare?

  61. buona sera so fabrizio a causa dell fallimento nel 2015 s n c 3 soci edile che da quasi un anno -2 giorni ero uscito dalla ditta fallita .e lavoravo come operaio da più di un anno l nel stabilimento di alluminio e adesso mi trovo il 50% della prima casa al asta del valore di perizia è 190000 euro il valore partenza asta 50% e 41000 euro non e tropo baso .nella casa vive la mia es moglie e i miei due figli .cosa poso fare ? grazie

  62. buona sera so fabrizio a causa dell fallimento nel 2015 s n c 3 soci edile che da quasi un anno -2 giorni ero uscito dalla ditta fallita .e lavoravo come operaio da più di un anno l nel stabilimento di alluminio dove lavoro tuttora e adesso mi trovo il 50% della prima casa al asta del valore di perizia è 190000 euro il valore partenza asta 50% e 41000 euro non e tropo baso .nella casa vive la mia es moglie e i miei due figli .cosa poso fare ? grazie

  63. salve sono gigliola e mi urge una risposta a un quesito : i miei genitori hanno una causa per usura contro la banca nel frattempo la casa e’ alla 4ta asta ! io con mio marito e mia figlia di 13 anni , abito al piano terra ( piano terra che oltre tutto non e’ adibita ad abitazione perche’ e’ garage ) il custode della casa mi dice che devo pagare l affitto per poter restare ad abitare la’ se no il giudice mi butta fuori ! ma questo e’ possibile? c e’ qualche soluzione per poter restare ad abitare qua’ senza pagare affitto fin quando si risolva il tutto positivamente o negativamente ( cosi’ come i miei genitori che stanno al primo piano)? GRAZIE
    DonneDisperateCheNonSannoPiu’Vivere

  64. buongiorno, mi chiamo maria, ho la casa all’ asta dal 2006, ora dopo anni , scopro su internet che la mia casa dopo il quinto esperimento, risulta asta bandita,il prezzo e’ sceso a circa 67,000, il vero valore era circa 200.000 euro, la zona di riferimento e’ la provincia di Milano,ora mi e’ arrivato un atto di liberazione di immobile pignorato,datato 19 febbraio 2016 ma arrivato tramite posta il 28/12/2016,mi chiedono di lasciare l’appartamento anche se non e’ stato mai venduto….mi potete aiutare a capirci qualche cosa? grazie mille,in questo paese vanno avanti solo gli opportunisti,gli occupanti abusivi,i rom e tutti quelli che scappano dalle…finte…guerre…cordiali saluti.

  65. Roberto 26/01/2017
    ho la casa all’asta dal 09/10/2007,sono state fatte 15 vendite andate deserte.
    Ora con il Dl 59/2016 so per certo che dovranno fare massimo tre aste con una quarta a meta’ prezzo, ma se la legge e’ rettroattiva posso far valere qualcosa a mio favore?
    Grazie Saluti Roberto

  66. Buongiorno,
    la mia casa valore periziato 260.000 è stat venduta alla 5 asta per 78,000 € abbiamo fatto di tutto con gli avvocati mail giudice ha fatto le ultime 3 aste in 6 mesi, vorrei sapere, siccome mi è pervenuto l’ordine di sgombero cosa devo lasciare perchè il perito in perizia ha inserito i condizionatori, le sbarre alle finestre, un Termocamino e il Palquet Flottante, tutte questi oggetti non appartengono alla casa e sono asportabili. ma sono in perizia, posso portarli via?
    Grazie

  67. purtroppo hanno venduto la mia casa all’asta,nonostante offerte per defi nire uno stalcio del 40% del capitale,ma c,e di peggio l,ivg ha dichiarato il falso sul valore e su tante altre cose,deprezzando il bene che da 195000 mila di valore è stato venduto a 60000 mila. ho denunciato in procura,ma ancora niente,ho faffo presente al giudice esecuzioni,ma non ha fatto ancora niente.
    in compenso l’ivg mi minaccia che tra 15 giorni viene con la forza pubblica è mi mette per strada. la casa l’ha comprata un paesano del titolare ivg,che ha il conto corrente dove ll’ha ivg .mi sento truffatto è abbandonato dalla giustizia. che fare grazie

  68. fernando il 18/02/2017 alle 16:45
    mi sono rivolto a una soccieta recupera debiti per cercare di salvare la mia casa che a pasato la seconda asta ho fatto 3 proposte de rientro ma non vogliono propio sapere metendo per la strada la mia famigia ,deprezzando il bene che da 110000mila di valore sara al asta 22000mila , cosa posso fare grazie mille

  69. Casa vendita a dicembre scorso pagata 400000 valutata appositamente 300 venduta in 4 asta a 150.000.
    Ora chiedono liberazione immobile on 60 giorni.
    Io separata due bambine e due anziani invalidi pensione al minimo viviamo in quella casa.
    Reddito bassissimo.
    Nonostante la separazione sia stara trascritta su immobile prima del pignoramento.
    Che fare??? Disperata.

  70. scusate nel 2007 o fatto un mutuo di 125000 so partito con una rata di 450 dopo 2 anni sono arrivate a 716 lavoro da solo con tre bambini piccoli nel 2011 mettono la casa a llasta 48 mila alla terza asta viene venduta per 15 mila euro oggi mi anno pignorato lo stipedio di 300 al mese finche non ci restituisco 80 000 come posso fare sto pensando di licenziarmi mi date qualche consiglio grazie

  71. o la casa a lasta il giudice mi richiede un affitto temporaneo e una cauzione fino alla vendita a lasta ma io mi oppongo ad ogni sua richiesta di lasciare la casa il 13 maggio ma io mi poro anche alla forza pubblica da premettere che non saprei dove andare siamo in quattro e sotto i ponti non vado di sicuro mi devono uscire morta da qua .

  72. Io ho 4 figli mi hanno messo la casa alle asta il 21 06 17ho xx so lavoro e una casa semi dipendente sopra e sotto sopra avevo lo stesso problema fino al punto che mi eèandata bene xxchavevo trovato lavoro e cominciavo a pagare ho voluto buttare tutti i miei risparmi in una botta ora eèmia ma nel ffrattempo che ho pagato sopra mi hanno rovinato con quella di sotto ora eèalle asta 4 figli piccoli ho non vorrei farmela portare via me l anno messo alla asta x 51 mila euro e 650 mentre io lo pagata con mutuo 110 mila vorrei fare qualcosa x non xderla se ci sono i bimbi possono farlo ?? Me la portano via ? Misbattano fuori a maggio il 5 ho fatto fatica x averla e ora niente non so dove andare case popolare niente sono la 280 ditemi un consiglio non ho mai chiesto aiuto a nessuno ho fatto tutto da solo neanche conosco il sindaco io sono egiziano moglie e figli italiani

  73. Ho una casa pignorata/all’asta e vorrei risolvere trasferendola in una mia società e metterla a reddito e come capitale d’azienda.
    Puo essere fattibile?

  74. Sono Omar, ho comprato una casa nel 2007 con un mutuo di 115000 euro, dopo 4 anni ho perso il lavoro e non ho potuto più pagare il mutuo; nel 2015 la casa è andata all’asta ed è stata venduta all’asta per 25.000 euro nel dicembre 2016.
    Ad oggi mi è arrivata la lettera di liberazione dell’immobile dal giudice nonostante io sia disoccupato con 3 bambini e una ragazza invalida e una moglie casalinga. Sono cittadino italiano e anche i miei figli e l’unica soluzione che mi hanno proposto è andare fuori dall’Italia. Mi trovo in una situazione critica perché senza contratto di lavoro nessuno mi concede un contratto di affitto.
    Fatemi sapere il vostro parere e se avete un consiglio…Grazie.

    • Purtroppo di quelli come te e me che sono nella stessa situazione, non gli frega di nulla a nessuno. Sto ponderando anche io di andarmene all’estero.

  75. salve la mia casa e in usura del 14 ,38 ma ce il pignoramento tra pochi giorni ci sara il primo sopraluogo x metterla al asta,mi sono rivolto a recupero debito ,e vero che il giudice blocca il pignoramento in questo caso.grazie

  76. Salve, io ho comprato casa nel 2007 e nel 2009 essendo rimasto senza lavoro non ho più potuto pagare il mutuo. A maggio ci sarà la terza asta, le precedenti due sono andate deserte. Ad oggi non trovo lavoro, quindi sono impossibilitato anche a trovare un accordo di stralcio con la banca. Ormai ho capito che mi devo rassegnare ad essere perseguitato a vita, infatti sto pensando seriamente di andarmene dall’italia tanto è chiaro che non ho possibilità di venirne fuori.

  77. Dopo 3 aste deserte, alla quarta, si è aggiudicato l’ appartamentino (prima ed unica casa ipotecata da Equitalia, che si è inserita ovviamente) a 28.000 € – Pagato nel 2009 80.000 € – stimato 48.000 € !!! Adesso sto proponendo ricorso urgente in quanto la vendita avviene a prezzo “vile”. Oltretutto il creditore procedente (condominio) non prenderebbe nulla, Equitalia aveva ipoteca quindi privilegio).Ho un ottimo legale e dovremmo farcela a far annullare l’ aggiudicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *