Vacanze: relax o stress?

L’estate è alle porte. In molti sono ancora al lavoro, ma con la mente il pensiero va spesso alle prossime vacanze. Nonostante la possibilità di approfittare di offerte last minute o addirittura last second, in generale un viaggio non si improvvisa. I più giovani possono anche permettersi di partire “all’avventura”, poiché dispongono di una notevole forza di resistenza oltre che di una grande capacità di adattamento. Ma per chi ha lavorato tutto l’anno e vuole assicurarsi una vacanza-relax senza inconvenienti, così come per le famiglie con bimbi piccoli i quali hanno bisogno di appositi spazi e servizi, è necessario organizzare il viaggio e prenotare l’alloggio con un certo anticipo e tramite operatori o agenzie affidabili.

Anche l’aspetto economico non può essere trascurato, specie in tempi di crisi come questo in cui quel poco che si riesce a risparmiare si cerca di spenderlo al meglio senza sperperarlo.
E proprio per contenere i costi sono in tanti ad eliminare il passaggio “agenzia di viaggi” e ad utilizzare internet soprattutto per prenotare voli e notti in hotel.
Oltre ai c.d. “siti comparativi” che mettono a confronto le varie offerte disponibili, sono ormai molti i siti ufficiali di compagnie aeree e strutture alberghiere che prevedono la possibilità di prenotare ed acquistare online. Esistono anche delle vere e proprie agenzie di viaggi online, alcune delle quali hanno poi creato dei punti vendita reali per l’emissione dei biglietti.
In questo settore l’importanza della rete è testimoniata anche dal fatto che pure le più tradizionali agenzie di viaggi sono ricorse al web acquistando degli spazi pubblicitari online per promuovere le loro offerte.

Tuttavia, così come per tutte le forme di e-commerce, anche quando si prenotano vacanze e si acquistano biglietti e titoli di viaggio in genere su internet è necessario fare molta attenzione. Mancando qualsiasi contatto diretto e personale con la controparte, il consumatore ha il diritto e l’obbligo di verificarne la serietà e l’affidabilità. A tale scopo sono molto utili i forum dedicati a viaggi e vacanze, dove gli utenti possono interagire raccontando le proprie esperienze ed in questo modo aiutare nella scelta chi ancora deve partire. Da parte nostra, speriamo che anche lo SPORTELLO VACANZE creato all’interno di questo blog possa risultare utile a molti di voi.

Per prima cosa, poi, è necessario conoscere indirizzo e recapito telefonico dell’operatore, i quali devono essere scritti in maniera chiara e facile da individuare sui vari siti internet.
Inoltre, per quanto riguarda la fase del pagamento online, è sempre preferibile effettuarlo con carte prepagate con limiti di spesa certi e contenuti.

Ma il rischio di truffe online non esaurisce il novero degli inconvenienti che possono trasformare una vacanza da sogno in un vero e proprio incubo, o comunque in una situazione di stress, ansia e stanchezza tali da superare qualunque “giornata no” lavorativa.
Può capitare, infatti, di tornare dalle vacanze scontenti o delusi nelle proprie aspettative: la location non era proprio come quella delle foto del depliant, i servizi erano scadenti, le camere d’albergo scomode o poco pulite, i mezzi di trasporto non erano così efficienti a differenza di quanto descritto sul catalogo, ecc. ecc.
In tutti questi casi è importante sapere che si può pretendere non soltanto il rimborso, ma anche un vero e proprio risarcimento a seconda dell’entità dei disagi subiti. I danni risarcibili non sono soltanto quelli materiali, ma anche quelli morali, meglio noti come “danni da vacanza rovinata”. Tale voce autonoma di danno consistente nel “non aver potuto godere pienamente del viaggio come occasione di svago e di riposo” è ormai pacificamente risarcibile, qualora ne sussistano i presupposti stabiliti dalle varie normativee a livello internazionale, comunitario e nazionale.

Una particolare tutela è stata poi predisposta per chi acquista pacchetti turistici nei quali in genere vengono combinati trasporto e alloggio, ma anche escursioni, visite e/o altri servizi. A livello comunitario questi pacchetti vengono disciplinati dalla Direttiva Ce 90/314 in materia di viaggi, vacanze e circuiti tutto compreso, a livello nazionale, invece, bisogna fare riferimento agli artt. 82 e segg. del Codice del Consumo (D.Lgs. n. 206 del 2005).

Nei prossimi articoli dedicati a viaggi e vacanze ci occuperemo di vari aspetti relativi ai pacchetti turistici, ma anche di voli law cost, last minute e last second, cancellazioni e ritardi nei voli, perdita e smarrimento dei bagagli, danni da vacanza rovinata.

Inoltre sul sito della Casa del Consumatore saranno a disposizione di tutti gli associati i modelli di lettere per richiedere rimborsi e risarcimenti in caso di danni e disagi subiti durante il viaggio o la vacanza, in aeroporto oppure in albergo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *