Aumentano i margini delle compagnie

Diesel in leggero calo e benzina stabile. Questo l’andamento dei prezzi della scorsa settimana.

La sostanziale tenuta dei prezzi non pare giustificata, visto il calo del costo della materia prima e l’aumento dei margini delle compagnie, che è stato valutato tra i più elevati degli ultimi tempi.

La scorsa settimana è stata raggiunta un’intesa commerciale tra Erg e Total: speriamo non contribuisca ad un ulteriore appiattimento dei listini. Continua il miglioramento di Shell, che ormai non è più la compagnia più cara, né nel diesel né nella benzina.

Ecco le medie settimanali più alte e più basse rilevate da quotidianoenergia.

LE PIU’ CARE (media settimanale)
Benzina: Api/IP 1,349 €/lt.
Diesel: Api/Ip 1,177 €/lt.

LE PIU’ ECONOMICHE (media settimanale)
Benzina: Q8 1,339 €/lt.
Diesel: Q8 1,162 €/lt.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Aumentano i margini delle compagnie

  1. è una vergogna,quando ci sono stati gli ultimi aumenti il petrolio era arrivato a 83-84 usd,adesso è sceso di 10 usd,ma i carburanti nemmeno un centesimo,e poi le compagnie dicono che non è vero che ci sono due velocità differenti tra salita e discesa,perchè le associazioni non si fanno sentire?bisogna pressare l’unione petroliferi mettendola alla berlina con dati di fatto!

  2. in pieno accordo con Pino55, negli ultimi 10 giorni il petrolio è sceso di quasi 15 dollari, ma ancora niente ribassi, anzi…
    Ladriiiiiiiii

  3. Che commenti si possono ancora fare?
    vi risulta che ci sia stato qualche governo negli ultimi 50 anni capace di fare rispettare all 7 sorelle(figlie di ?????)la legge anti trust?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *