Climatizzatori e Covid-19: i consigli per una corretta manutenzione

Contrariamente a quanto si dice spesso in rete, la realtà è che non esiste alcuna correlazione tra l’utilizzo dei climatizzatori e la possibilità di contagio da Coronavirus, a meno che non sia presente un malato in casa. Ecco alcuni consigli per una corretta manutenzione degli impianti di climatizzazione.

Aria condizionata e Covid-19
Gli impianti di climatizzazione non sono in grado di introdurre in casa il virus se presente all’esterno. Questo perché i motori esterni dei sistemi split lavorano in sinergia con l’unità interna in modo ermetico: non c’è nessuno scambio d’aria, ma solo un gas refrigerante che si muove tra le unità. La pulizia delle unità esterne ed interne, perciò, non deve seguire accorgimenti diversi rispetto a quelli previsti dalle normali regole igieniche, la manutenzione dell’apparecchio può una maggiore efficienza dell’impianto, ma non ha nessun valore in termini di sanificazione.
La situazione è diversa se è presente un malato in casa: in questo caso, infatti, in linea teorica il virus potrebbe essere spostato dal movimento dell’aria. Per questo motivo infatti si raccomanda di areare frequentemente le stanze in presenza di persone malate e lo stesso vale anche per ventilatori e per pale da soffitto che potenzialmente potrebbero diffondere il virus oltre il metro raccomandato perché soffiano più a distanza.

La manutenzione dei climatizzatori
In realtà la manutenzione principale degli impianti andrebbe fatta a fine stagione per evitare che polvere e sporco si incrostino sul climatizzatore durante l’inverno. All’inizio dell’estate però, quando gli apparecchi riprendono a funzionare, è sempre utile fare un po’ di pulizia generale.

  • Prima di fare qualsiasi cosa assicurati che l’apparecchio sia completamente spento;
  • Fai una pulizia profonda del motore esterno dell’impianto di condizionamento, soprattutto se è esposto ad agenti climatici;
  • Se l’utilizzo del climatizzatore è intenso, pulisci il filtro anche una volta al mese, in questo migliorerai la qualità dell’aria e i consumi diminuiranno;
  • Le griglie e i filtri devono essere puliti, in modo da garantire la buona qualità dell’aria fresca;
  • Controlla periodicamente la stabilità dell’appoggio su cui è montato l’elemento esterno;
  • Fai controllare da un professionista una volta l’anno il livello del liquido refrigerante.

Come pulire gli split
Aiutandoti con il manuale di istruzioni, trova i filtri e sbloccali. I filtri sono delle di plastica, quindi è sufficiente lavarle in acqua tiepida con un po’ di sapone neutro. Asciugali molto bene prima di rimetterli al loro posto. Le stesse operazioni devono essere adottate per gli impianti di condizionamento multizona o per quelli centralizzati con bocchette in vari locali della casa.

Pulizia del motore
Il motore esterno si può pulire prima con una scopa e poi con un panno umido e un detergente, il più adatto per questo tipo di sporcizia è lo sgrassatore universale. Se le grate sono particolarmente sporche e otturate si può usare l’aspirapolvere.

2 risposte a “Climatizzatori e Covid-19: i consigli per una corretta manutenzione

  1. La manutenzione dei climatizzatori è molto importante, fino a qualche tempo fa non sapevo neppure che potessero essere pericolosi se non puliti in modo costante….I batteri si accumulano al loro interno con il tempo e quindi ogni anno è bene pulirli

  2. La manutenzione dei climatizzatori è molto importante, fino a qualche tempo fa non sapevo neppure che potessero essere pericolosi se non puliti in modo costante….I batteri si accumulano al loro interno con il tempo e quindi ogni anno è bene pulirli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *