Comprare un’auto nuova: come funzionano ecotassa ed ecobonus?


Sono state introdotte due misure, l’ecobonus (per le auto o moto ambientali), e l’ecotassa, un’imposta che mira a penalizzare chi acquista veicoli inquinanti. Cosa prevedono? Leggi questo articolo per scoprirne di più.
Come funziona l’ecotassa
La normativa prevede che i veicoli acquistati dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 (anche se acquistati prima all’estero e immatricolati in Italia durante il periodo indicato), siano soggetti al pagamento di una tassa in proporzione alla quantità di biossido di CO2 emessa per chilometro oltre la soglia di 160 g/Km. Il parametro individuato esclude dal pagamento quasi tutte le vetture piccole e medie. L’imposta deve essere versata tramite il modello F24 da parte dell’acquirente dell’automobile o da chi richiede l’immatricolazione. Il versamento viene fatto in una sola volta al momento dell’acquisto, entro il giorno di immatricolazione.

Come funziona l’ecobonus
L’ecobonus è un premo per chi acquista sempre dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, un’auto a ridotto impatto ambientale tramite uno sconto sul prezzo d’acquisto. Questo bonus vale per i veicoli nuovi che vengono immatricolati in Italia e venduti a un prezzo di listino inferiore a 50.000 euro (Iva esclusa). L’ecobonus deve essere richiesto dal concessionario, dopo essersi registrato nell’area rivenditori del sito del ministero dei Trasporti dedicato ad esso.

Una risposta a “Comprare un’auto nuova: come funzionano ecotassa ed ecobonus?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *