Prenotare una vacanza senza truffe: ecco alcuni consigli

Il problema è ormai comune: agli utenti che prenotano le proprie vacanze online è in riserbo sempre qualche spiacevole sorpresa. Spesso mancano informazioni precise sui portali e motori di ricerca, spesso si è convinti di prenotare una vacanza che costa un determinato prezzo e poi si scopre che costa circa (o oltre) il doppio.
Ecco alcuni consigli: Continua a leggere

Vendite di luce e gas truffaldine, ora si spacciano per l’Autorità

Le tecniche di vendita di contratti di luce e gas telefoniche o porta a porta sono purtroppo spesso molto aggressive, tanto che molti clienti, soprattutto anziani, vangono spesso indotti a cambiare fonritore anche se non lo vorrebbero e sulla base di promesse poi non mantenute.

Le tecniche “furbe” stanno però diventando non solo aggressive ma anche delle vere e proprie truffe. E’ di questi giorni la notizia che in Toscana vari cittadini sono stati contattati al telefono da persone (per lo più giovani e straniere) che cercano di farsi comunicare i dati del cliente da una bolletta, spacciandosi per l’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Continua a leggere

RC auto e indennizzo diretto: attenzione alle truffe!

Introdotto nel 2007, l’indennizzo diretto, ossia il meccanismo in base al quale è direttamente la nostra compagnia di assicurazioni a risarcirci il danno provocato da un altro automobilista in caso di incidente, sarebbe nato per renderci la vita più semplice e garantire risparmi alle assicurazioni e ai loro assicurati.

Diciamo sarebbe, perchè di gran risparmi sul prezzo delle polizze ancora non se ne sono visti, ed anzi il trend è esattamente opposto, e però col tempo il sistema ha evidenziato una maggior facilità per le truffe.

Come funzionano questi raggiri? Continua a leggere

Truffatori di gas e luce alle Iene

Se ne sono occupate ieri sera anche le Iene. Sono i truffatori di gas e luce.

Si infilano in casa nostra spacciandosi per addetti del “servizio elettrico” o simili, si fanno mostrare una nostra bolletta (sulla quale leggono il POD, ossia il codice necessario per “migrare” da un fornitore all’altro) e ci fanno compilare una richiesta di preventivo, un modulo o come la fantasia gli suggerisce di chiamarlo. In soggezione, quasi vergognandoci che non stiamo capendo un granché di quello che ci dicono e promettono, firmiamo il modulo. Et voilà il gioco è fatto. Abbiamo cambiato fornitore senza neppure accorgercene.

Come difendersi da questi imbrogli? Possiamo tornare al vecchio fornitore o siamo condannati al cambio non desiderato, magari finendo sul mercato libero senza saperlo? Continua a leggere

Furti d’identità: la denuncia di Casa del Consumatore a Striscia La Notizia

Avevamo lanciato l’allarme in uno dei nostri primi articoli: diffidate da chi pretende copia della vostra carta d’identità senza averne titolo per legge.
Come già allora alcuni ci avevano scritto, non sono infatti rari i casi di veri e propri “furti d’identità”. C’è chi si è ritrovato con un’auto intestata senza saperne nulla, altri sino sono visti recapitare a casa oggetti mai acquistati o, peggio, rate da pagare. Altri sono stati costretti a combattere con compagnie telefoniche o elettriche di cui erano  diventati clienti senza averlo mai chiesto. Continua a leggere