Mal di denti mal di portafoglio: consigli per risparmiare un bel po’ di soldi dal dentista

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’articolo che ci ha inviato un nostro lettore con utili consigli per risparmiare dal dentista.
Prevenire è meglio che curare, recita un vecchio proverbio medico. Nel caso dei nostri denti possiamo affermare che prevenire fa anche risparmiare un bel mucchio di quattrini oltre ad una discreta dose di dolore.
E’ risaputo infatti che sottoporre ad una corretta pulizia quotidiana e a controlli specialistici periodici i propri denti evita dolorose carie che, se trascurate, possono provocare l’ascesso e/o distruggere i denti malati fino ad essere costretti all’estrazione. E allora facciamo dell’igiene orale una priorità del nostro vivere. Spazzolino, dentifricio, filo interdentale diventino nostri inseparabili strumenti di benessere.
Se però siamo “sfortunati” ed abbiamo un problema da risolvere, non esitiamo, non tentiamo l’inutile fai da te a base di antidolorifici, andiamo dal dentista prima che il problema si aggravi e costi e dolori aumentino.

Il problema di tutti è come pagare il conto salato che ci viene presentato. Secondo il lavoro di cui uno necessita c’è la possibilità di poter risparmiare e rateizzare la somma da spendere.
Come fare?

Continua a leggere

Grandi elettrodomestici: prezzi ad “uso & consumo”

Oggi è diventato impossibile fare a meno dei cosiddetti “grandi elettrodomestici”.
Chi può trovare sempre il tempo di lavare a mano stoviglie e vestiti o di cucinare cibi “freschi”?
Le famiglie cercano di risparmiare il più possibile, ma a frigoriferi e lavatrici non possono proprio rinunciare: non si tratta certo di “superfluo”.
Ma quando si acquista un elettrodomestico si fa quasi un “investimento”: ci si aspetta che funzioni bene per alcuni anni. Diventa perciò necessario operare una scelta oculata sulla base delle caratteristiche dei vari prodotti, delle proprie necessità familiari e delle proprie disponibilità economiche. Continua a leggere

Bonus elettrico

Il bonus elettrico è uno strumento introdotto dal Governo con l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica sino ad un massimo di 150 euro l’anno.
Il bonus può essere richiesto anche in maniera retroattiva per tutto il 2008, purché la richiesta venga presentata entro il 30 giugno 2009.
Possono accedere al bonus elettrico i clienti domestici, intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7500 €.
Continua a leggere