Cucina consegnata a metà? Stop alle rate!

ABF

Nuovo successo della Casa del Consumatore: l’Arbitro Bancario e Finanziario della Banca d’Italia ha stabilito che in caso di finanziamenti stipulati dai consumatori per acquistare beni di consumo (macchina, arredamento, elettrodomestici,…), se il venditore è inadempiente, il consumatore può rifiutarsi di pagare le rate rimanenti e pretendere di riavere indietro quelle già pagate.

Un nostro associato si è infatti rivolto all’Avv. Giovanni Ferrari, Presidente Nazionale di Casa del Consumatore, perché aveva acquistato una cucina completa di mobili ed elettrodomestici del valore di oltre 6.000 euro, pagandone una parte subito in contanti e stipulando un finanziamento per pagare a rate il resto. Continua a leggere

Lo Stato garantisce i finanziamenti agli studenti meritevoli

La scuola è aperta a tutti.
I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

Così recitano il I ed il III comma dell’art. 34 della Costituzione.
Il diritto allo studio è sancito a livello costituzionale e deve essere garantito a tutti.
A differenza del diritto all’istruzione (che riguarda gli anni della scuola dell’obbligo), il diritto allo studio riguarda specialmente il percorso scolastico medio-superiore, universitario e post-laurea.

Per la promozione di pari opportunità nelle condizioni economiche è stato istituito il “Fondo di garanzia per l’accesso al credito degli studenti”, operante dallo scorso mese.
L’iniziativa è stata lanciata dal Ministero della Gioventù insieme con l’ABI (Associazione Bancaria Italiana).
L’obiettivo è quello di fornire sostegno finanziario ai giovani studenti meritevoli e motivati, consentendo loro di affrontare autonomamente i propri percorsi universitari, linguistici e professionali.

Come funziona la garanzia del fondo.
Continua a leggere

Oggi in radio Casa del Consumatore , Assofin e Fiditalia

Mentre la Casa del Consumatore continua a trasmettere a Fiditalia i dati dei clienti Aiazzone che chiedono la sospensione delle rate, la chiusura del rapporto e il rimborso delle rate già pagate, martedì scorso abbiamo incontrato Fiditalia presso Assofin.

Com’è andata? Se ne parla questa mattina in radio. Continua a leggere

Aiazzone: no alle rate, sì alle denunce

Chi in un modo chi nell’altro, ma sono stati tutti fregati da una gestione senza scrupoli che ha continuato a raccogliere ordini e pagamenti per merce che non sarebbe mai stata consegnata. Secondo Le Iene sarebbero addirittura in 12mila a trovarsi in questa situazione.

Le migliaia di ignari clienti hanno ordinato i mobili da Aiazzone o Emmelunga, hanno versato uno o più acconti, ma i mobli non sono mai arrivati. Molti sono stati indotti anche a farsi carico di ingenti finanziamenti, iniziando a pagare le rate. I mobili non sono arrivati ma la finanziaria (Fiditalia) sollecita il pagamento delle rate, dichiarandosi estranea ai rapporti tra fornitore e cliente.

Altri, se possibile, si trovano in una condizione ancora più assurda: la data di consegna è prevista per i prossimi mesi e quindi, teoricamente, ancora possibile.

Che fare in tutti questi casi? Continua a leggere

Aiazzone alle Iene e il blog difende i clienti

 

Anche Le Iene ieri sera se ne sono occupate. Il caso Aiazzone, una colossale fregatura ai danni di migliaia di ignari clienti e malcapitati dipendenti e fornitori.

Il nostro blog segue ormai da qualche tempo questo ennesimo caso di mala impresa nostrana. Sono decine le segnalazioni che ci sono giunte di clienti (non solo di Aiazzone ma anche di Emmelunga, sempre di proprietà Panmedia) che hanno ordinato mobili, versato caparre e attivato finanziamenti per poi ritrovarsi, dopo tante promesse e rinvii, senza merce, o con solo parte della merce o con oggetti diversi da quelli ordinati, o difettosi o altro.
Per tutti ricordiamo che: Continua a leggere