Fallimento Mercatone Uno: come insinuarsi al passivo e interrompere i finanziamenti

Sono purtroppo ormai lontani i tempi in cui, anche grazie alle vittorie del “pirata” Marco Pantani, gli affari andavano a gonfie vele per Mercatone Uno, la nota catena di grandi magazzini di mobili e accessori per la casa che è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Milano con sentenza del 23 maggio scorso.

Il fallimento, oltre a riguardare i circa 1800 dipendenti dell’azienda, interessa anche le sorti di tutti i clienti che, ordinata, pagata (ma non ricevuta) la merce, si trovano ora ad avere a che fare con la procedura fallimentare.

Cosa fare?

Ovviamente la questione riguarda chi ha ordinato mobili o altra merce pagando il prezzo o un acconto e non ha ancora ricevuto la consegna dei beni ordinati.

Ebbene, chi si trova in questa situazione deve comportarsi in maniera differente a seconda del metodo di pagamento utilizzato per pagare l’ordine. Continua a leggere

Antitrust: Techmania multata per 400mila euro!

agcm

Siamo ancora qui a parlare di Techmania. Il famigerato sito infatti, visto che ha continuato a non spedire i prodotti acquistati dai clienti (che in moltissimi casi non ha neppure rimborsato), è stato multato dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato per 400mila euro.

Il procedimento era stato avviato a seguito di numerose segnalazioni di clienti che avevano acquistato prodotti tecnologici, prevalentemente smartphone e tablet, indicati come disponibili ma che in realtà non erano tali e addirittura non venivano spediti.

Si tratta del seguito della misura cautelare che era stata precedentemente applicata a Techmania, di vendere solo i prodotti effettivamente disponibili, come conseguenza di numerosi ordini annullati e parecchie richieste di rimborso.

L’Antitrust ha concluso ritenendo scorretta la condotta di Techmania, cioè di vendere beni in realtà non disponibili, neppure tentando di procurarseli. La sanzione inflitta è di 400mila euro con circostanza aggravante della recidiva.

Nel mentre, tra l’altro, Techmania è pure fallita! Continua a leggere

TECHMANIA è fallita! Ecco come insinuarsi al passivo e far valere il tuo credito

Non lo dicono ma sono falliti

Non lo dicono ma sono falliti

Techmania.it, il sito di Battipaglia che vendeva online prodotti informatici e di telefonia è fallito (ma, come vedete nella foto di questo articolo, loro sono convinti che tutto vada bene e si risolverà presto, falsi sino alla fine!), o meglio la società Techmania s.r.l. è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Salerno. L’udienza per l’esame dello stato passivo è stata fissata per il giorno 21 marzo 2016Tutti i creditori del sito devono perciò presentare istanza per far valere i propri crediti entro il 20 febbraio 2016.

Come si presenta l’istanza? Continua a leggere

Ultima chiamata per i creditori di Prezzo Felice

prezzofelice

Sono passati diversi mesi dalla sentenza che dichiarava fallita la società happyprice s.r.l., proprietaria del sito prezzofelice.it, sito che vendeva online ogni tipo di prodotto e servizio.

La sentenza fissava l’udienza per l’esame dello stato passivo per il giorno 10 febbraio 2015.

Ricordiamo quindi che tutti i creditori di prezzofelice.it dovranno presentare istanza per far valere i propri crediti entro e non oltre l’11 gennaio 2015. Continua a leggere

Fallimento prezzofelice.it: come far valere i propri diritti

 

prezzofelicePrezzofelice.it, il sito che vendeva online ogni tipo di prodotto e servizio (smartphone, tablet, viaggi, trattamenti estetici,…) è fallito, o meglio la società happyprice s.r.l., già in liquidazione, è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Milano pochi giorni fa. L’udienza per l’esame dello stato passivo è stata fissata per il giorno 10 febbraio 2015. Tutti i creditori del sito devono perciò presentare istanza per far valere i propri crediti entro l’11 gennaio 2015.

Come si presenta l’istanza? Continua a leggere

Fallimento Agenzia Debiti: gli ultimi aggiornamenti

Il Giudice Delegato del Fallimento Agenzia Debiti ha fissato il calendario per il deposito del progetto di stato passivo e per le udienze di verifica delle domande di insinuazione e rivendica depositate tempestivamente (e quindi per quelle pervenute alla Cancelleria della Sezione Fallimentare entro il termine del 25.03.2013): Continua a leggere

E’ fallita Sprintours. Tutela per i creditori

Dopo Todomondo, I Viaggi del Ventaglio, Ventaclub, Eurotravel è arrivato il turno di Sprintours.
A pochi giorni dalla messa in liquidazione e dalle parole del patron Jalel Hebara volte a tranquillizzare le aspettative dei consumatori e degli agenti di viaggio creditori, il Tribunale di Roma ha posto fine alla vicenda dichiarando il fallimento della società. Continua a leggere