Sicurezza in strada: in moto con i bambini

Con l’arrivo dell’estate non c’è niente di meglio per godersi una giornata fuori porta all’aria aperta in sella alla propria moto. Se il passeggero è un bambino, però, ci sono delle accortezze da seguire al fine di evitare di mettere a rischio la sua e la propria sicurezza. Le domande che assalgono chi è alla guida sono tante: a quale età i bambini possono salire sulla moto? È necessario un equipaggiamento particolare?
In questo articolo verrà spiegato come comportarsi correttamente per viaggiare in completa sicurezza.
Continua a leggere

Sigarette con immagini shock: favorevoli o contrari?

fullsizerender-18

Dopo le scritte a caratteri cubitali sui pacchetti di sigarette, per informare il fumatore sugli effetti devastanti del fumo, da un paio di mesi sono state inserite anche delle immagini a dir poco forti.

Si tratta di vere e proprie immagini shock che hanno come obiettivo principale quello di dare un segnale forte al fumatore, oltre a spaventarlo.

Il problema è però che le immagini, grandi ed esplicite, le possono vedere non solo i fumatori, ma anche chi non fuma, minori compresiContinua a leggere

Un albero per neonato e aumenta il verde pubblico

Più bambini = più alberi in città!
A partire da sabato scorso (il 16 febbraio), infatti, ogni Comune italiano ha l’obbligo di piantare un albero per ogni bimbo nato oppure adottato nel proprio territorio e dovrà farlo entro sei mesi dalla nascita/adozione.
Ecco una valida iniziativa per combattere la cementificazione estrema e consentire ai cittadini di disintossicarsi dal fumo nero e tossico e trovare ristoro nelle aree verdi che verranno appositamente individuate da targhe con suscritto “Un albero per ogni neonato”. Continua a leggere

Bimbi in vacanza

 

L’estate è la stagione preferita dai bambini (e forse anche dai grandi): in vacanza al mare o in montagna, finalmente possono giocare e sbizzarrirsi all’aria aperta.
Ma anche loro, vivaci e pieni di energia, ma allo stesso tempo fragili e delicati, possono soffrire per il viaggio o per il caldo.

Ecco alcuni consigli di base per i genitori.

Bimbi all’aria aperta…
I più piccoli e i lattanti, per la loro ridotta superficie corporea, sudano molto e sono a rischio disidratazione. Per questo è importante farli bere molto.
Nelle ore più calde meglio limitare le attività fisiche ed evitare l’esposizione al sole. In ogni caso, la crema protettiva non dovrebbe mai scendere al di sotto del fattore 15. L’importante, poi, è applicarla in maniera uniforme ed abbondante, ogni due ore. Inoltre, l’abbigliamento dei bimbi dovrebbe essere il più leggero ed essenziale possibile.
Al mare e in piscina, è necessario sorvegliare i propri bambini senza perderli di vista. Dal momento che scivoli e altri giochi d’acqua favoriscono l’insorgere di otiti dovute al ristagno d’acqua nell’ambiente, meglio abituarli ad asciugarsi sempre le orecchie.
I più piccolini dovrebbero evitare le piscine pubbliche, dove il cloro non basta a sconfiggere tutti i germi, meglio, quindi, optare per le piscinette “private”, gonfiabili, ricordandosi di svuotarle sempre a fine giornata.

Bimbi a bordo dell’aereo… Continua a leggere

Sorpresine e giochi gustativi

Una strategia di marketing molto utilizzata dai produttori di merendine, cioccolate ed altri dolci destinati ai bambini è quella di abbinare a tali prodotti alimentari delle “sorpresine”, ovvero dei piccoli giochi, spesso da “costruire” seguendo semplici istruzioni. Si tratta di oggetti molto ricercati anche dai collezionisti che arrivano a spendere pure cifre elevate per avere le “collezioni” di anni passati.
Come tutti i giocattoli anche questi “giochini” devono essere a norma, ovvero riportare il marchio CE che ne garantisce la conformità alle norme europee, oltre a soddisfare i normali requisiti di igiene e pulizia in modo da evitare rischi di infezione, malattia e contaminazione. Inoltre, viste le loro dimensioni piuttosto ridotte, non dovrebbero essere adatti ai bambini sotto i tre anni che non possiedono ancora buone capacità manipolative e costruttive e potrebbero inavvertitamente ingerirli.

La direttiva Ce n. 48 del 2009 sulla sicurezza dei giocattoli (che dovrà essere attuata dagli Stati membri entro il 20 luglio 2011) aggiorna la normativa di settore, tenendo conto anche dello sviluppo tecnologico degli ultimi anni. Continua a leggere