Sovrapprezzi in bolletta? L’Antitrust sanziona cinque fornitori

L’Antitrust ha sanzionato cinque fornitori di energia elettrica per un totale complessivo di oltre 900.000 euro.

La sanzione è stata inflitta per aver applicato una commissione in relazione alla modalità di pagamento scelta dal consumatore.

Vediamo di cosa si tratta

Chi ha pagato le bollette per esempio tramite bollettino postale o carta di credito, si è visto addebitare un importo compreso tra 1 e 4 euro ed è proprio questa la commissione che ha fatto avviare all’Antitrust cinque procedimenti istruttori.

I procedimenti sono stati avviati nei confronti di A2A, Green Network, E.On, Edison e Sorgenia e si sono conclusi con l’irrogazione di sanzioni per un totale complessivo di oltre 900.000 euro.

L’Autorità ha ritenuto tale commissione contrastante con l’art. 62 del Codice del Consumo il quale vieta di imporre ai consumatori, in relazione all’uso di determinati strumenti di pagamento delle spese aggiuntive per il loro utilizzo, senza che risulti possibile in assenza di esplicite previsioni normative, ribaltare sui consumatori alcun onere e/o costo ad essi ricollegato o ricollegabile.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Sovrapprezzi in bolletta? L’Antitrust sanziona cinque fornitori

  1. buongiorno io a’ luglio ho disdetto la’ mia linea telefonica con vodafone e ho pagato penale 280€ ora per unamia dimenticanza non ho restituito il modem e mi’ e” arrivata un’ altra bolletta di54€ e alla tim telefonicamente mi avevano detto che’ se’ cambiavo non dovevo pagare penali cosa devo fare ?? pagare anche queste 54€ e buttare via il modem e stare fregato e zitto???

  2. agcom servi davvero a qualcosa? perchè a me continuano a fatturare telefonia fissa e mobile ogni 4 settimane anzichè un mese, di fatto mi obbligano a pagare l’8 per cento in piú. In italia queste sono concesse? comandano le multinazionali o gli stati? i principi dove sono finiti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *