Casa all’asta? Ecco la proposta di legge

Oggi alle ore 17:00 presso la sala Aldo Moro della Camera dei Deputati, Stefano Santin, esperto in tematiche bancarie e componente della direzione nazionale della Casa del Consumatore, parteciperà al convegno “Fondo Patrimoniale Italia: istituzione di una Reo.Co di Stato”.

Nel convegno verrà presentata la proposta di legge che istituisce la Reo.Co di Stato e Santin, quale relatore, anticipa e spiega di cosa si tratta.

La Reo.Co di Stato è una società pubblica che acquisterà gli immobili in asta concedendoli successivamente in locazione a canone calmierato agli stessi debitori.

E’ un’iniziativa parlamentare – continua Santin – che mira a concedere una nuova occasione a coloro che a causa della crisi non sono riusciti a pagare le rate di mutuo per la loro prima casa.

Vi sarà anche la possibilità – conclude – per gli immobili non più occupati dall’esecutato, di concedere gli immobili acquistati in locazione a canoni calmierati: un’ottima risposta all’emergenza abitativa delle città italiane.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Casa all’asta? Ecco la proposta di legge

  1. ERA ORA,già il prefetto dovrebbe moderare quanto oggi succede ,almeno per i casi di anziani,o di famiglie veramente disagiate,mentre i giudici pressati dalle leggi proposte dalle banche più che politicizzate,si impegnano al massimo a velocizzare e concludere magari ingiustizie subite dalle stesse banche.Servirebbe proprio il contrario,magari una moratoria di 2 anni almeno per la prima casa, in attesa di una ripresa finalmente in corso

  2. Speriamo avvenga il prima possibile,abbiamo un’idea del dramma che avviene in famiglia? delle separazioni che purtroppo di conseguenza si avverano,con traumi che i figli si portano per tutta la vita.negli anni ho ritenuto che questo drammatico fenomeno fosse da ritenere anche di ordine pubblico e spessissimo neanche di convenienza delle banche stesse.lo stato così come fa per altre emergenze,dovrebbe acquisirne la proprietà gestendola come case popolari da riscattare,poichè una famiglia può non avere 50.000,oo euro per riscattarsi la propria casa ma poter pagare un affitto mensile.Vediamo……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *