Noleggio auto di lusso: AGCM sanziona Dexcar

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha concluso il procedimento istruttorio avviato nei confronti della Dexcar Autovermietung UG, società tedesca di noleggio di autoveicoli, per pratiche commerciali scorrette compiute all’interno di un progetto della società chiamato “Marketing Bonus Auto – community car rental free.

L’AGCM ha condannato la Dexcar Autovermietung UG ad una sanzione di 455.000 euro.

In cosa consisteva questo progetto? E perché è stata sanzionata?

Tale programma permetteva ai consumatori di noleggiare gratuitamente, per 24 mesi, auto di lusso anche del calibro della Maserati, versando una quota di ingresso variabile da 550,00 a 2.000,00 euro circa. Una volta effettuato il pagamento il consumatore veniva inserito in una sorta di graduatoria e avrebbe avuto accesso alla macchina solo se fosse riuscito a far aderire al programma altri consumatori. Anche gli altri benefit promessi, come i buoni benzina, potevano essere utilizzati solo in caso di adesione da parte di altri consumatori.

Un marketing “a piramide”, il programma applicato dalla società tedesca, vietato per legge dal codice del consumo. Per non parlare della comunicazione menzognera nelle condizioni di servizio offerte.

Proprio per questo l’ AGCM ha condannato la Dexcar, sanzionandola per 455.000,00 euro.

Questa manovra, chiamata anche “schema Ponzi” è un modello economico di vendita che promette forti guadagni alle vittime a patto che queste reclutino nuovi “investitori”, a loro volta vittime.

E’ una “catena di Sant’ Antonio”! Promette alti guadagni in breve periodi.

Questa tecnica, qualcuno l’avrà pur inventata?! Ebbene sì… nacque dall’italiano Charles Ponzi che, una volta emigrato negli Stati Uniti coinvolse innumerevoli migranti di tutta la nazione. Si svilupparono poi, nel corso degli anni, svariate tecniche di tale schema, arrivando oggi a quello che viene definito “Marketing Multilivello”.

Il marketing multilivello è una strategia di marketing diretto il quale prevede che i venditori percepiscano una provvigione, non solo per i prodotti venduti, ma anche per i prodotti venduti da altri venditori da questi reclutati. La legge italiana si è mossa per vietare alle aziende di impostare strutture piramidali di questo genere, con la legge 173 dell’agosto 2005. In tale normativa però non rientra il marketing multilivello, non considerato piramidale, pur determinando un guadagno con il reclutamento di altre persone.

I consumatori, in questo senso, non solo vengono riempiti di false promesse, ma vengono reclutati, inconsapevolmente, per svolgere un vero e proprio lavoro senza termini contrattuali e tutele. Uno sfruttamento vero e proprio, volto solo ed esclusivamente in favore dell’azienda, in questo caso la Dexcar, e al proprio tornaconto personale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Noleggio auto di lusso: AGCM sanziona Dexcar

  1. Per una volta possiamo piantarla di chiamarla ” Azienda Tedesca ” che questo non è!!! l’hanno fondata due italiani con macchine provenienti dalla Germania a S.Marino in più uno dei fratelli era anche fallito con la gestione di una scuola,l’azienda aveva un capitale di 800€ e prendeva come esempio microsoft o apple per cambiare il mondo della mobilità,il sistema faceva già acqua da subito con contratti poco chiari e chiacchere fatte da advisor a caso;ti dicevano che bastava conoscere/presentare ed avevi la macchina prima dei due anni ed il contratto che firmavi diceva che dovevi aspettare 24 mesi e forse non la ricevevi,bella presa in giro…ovviamente Dexcar si rivale sull’Advisor che mentiva pur di mettere altra gente dentro così da poter guidare almeno lui la macchina,non a caso 95% delle poche vetture è in mano agli advisor. Non era nemmeno svizzera come sbandieravano loro perchè il sito dexcar.ch era registrato in italia mentre in svizzera figuriamoci se sapevano qualcosa.
    Tutto campato per aria tutto inventato e tutto ampiamente smascherato ancora pochi mesi dopo…si erano inventati la palla dello svizzero/tedesco che la camera di commercio li aveva premiati che ilsole24 aveva elogiato il loro sistema tutte frottole che aimè nell’era di internet è facile smascherare,adesso a chi chiede il da farsi in vari blog ,ancora persistenti,loro rispondono” hai firmato per 24 mesi aspetta” altrimenti rivaliti sul tuo Advisor di riferimento che non doveva dirti così…nel frattempo il sistema già bloccato in italia comincia a fare acqua anche in Grecia Olanda Austria…questi personaggi stanno facendo soldi a palate attirando 4 polli in vari paesi(tanti) e promettendo cose che non potranno mai fare,siamo nella comunità europea ci vuole poco ad avvisare i paesi membri….anche se MLM è lontano da questa cosa loro sbandieravano lo slogan ” siamo una “sharing economy” “comunity” ma cosa condividevano?io ti do i soldi e poi aspetti..forse..avrai la vettura….”diamo potere d’acquisto alle famiglie” lo toglievano ,con cifre da 390..547…e poi 1710…..diciamo che questi personaggi tendono ad infinocchiare parenti e amici..però non tutti sono sani di cervello,di questi tempi bisogna stare moooolto attenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *