Italiani in cucina: passione tra web e tecnologia

Gli italiani sono un popolo di santi, di poeti e, in questo nuovo millennio, di navigatori, ma del web e di appassionati di cucina. Negli ultimi anni, oltre ad una passione per il cibo ben radicata e nota, è cresciuta in maniera netta l’attenzione anche al “saper fare” in cucina.

QualeScegliere.it – un portale che mette a disposizione consigli, recensioni e guide per facilitare le scelte di acquisto di prodotti e servizi – ha realizzato un interessante studio che svela le principali attitudini degli italiani nella preparazione dei cibi, quando si parla di elettrodomestici, tecnologia e mondo del web.

Partiamo con un dato che può dare l’idea del fenomeno: su circa cinque milioni di pagine visitate sul portale, il 23,02% ha manifestato interesse verso prodotti e strumenti legati al “saper fare” in cucina.

Ma quali sono nel dettaglio i temi che i nostri connazionali seguono di più in questo settore?

Lo studio li ha scoperti e indagati analizzando la classifica dei cinque elettrodomestici più cliccati e cercati online dagli utenti lo scorso anno.

Al quinto posto della classifica troviamo un elettrodomestico particolare e inaspettato, che colpisce proprio per il fatto di essere in vantaggio rispetto all’interesse verso strumenti più tradizionali e comuni, come i fornetti, i bollitori elettrici o i robot da cucina. Si tratta della macchina per il sottovuoto che, con il 7% dei clic, fa pensare alla nascita di nuove abitudini alimentari.

Sta infatti crescendo negli ultimi anni l’attenzione al problema della conservazione dei cibi e delle preparazioni: si va alla ricerca di tecniche che prolunghino la freschezza dei prodotti e garantiscano qualità e sicurezza alimentare, per far fronte anche a uno dei problemi delle nostre tavole, quello dello spreco alimentare. La macchina per il sottovuoto non è solo un elettrodomestico per la conservazione; è anche un valido aiuto per preparazioni da grandi chef, in grado di mettere d’accordo gusto e benessere, come la marinatura o la cottura sottovuoto a bassa temperatura, due tecniche molto di moda nella cucina di oggi.

Gli italiani sono poi grandi amanti della tradizione, una tradizione che oggi viene portata avanti grazie alla disponibilità sul mercato di soluzioni tecnologiche nuove, pratiche e che consentono di risparmiare tempo e denaro.

La presenza al terzo e quarto posto della classifica di QualeScegliere.it di attrezzature come la macchina per fare il pane o la macchina da caffè, rispettivamente con il 9% e l’8%, rimanda immediatamente all’idea di due alimenti tipici della tavola italiana: il pane e il caffè.

Una preferenza che era sicuramente prevedibile per il nostro paese.

La novità, però, riguarda il fatto che, tra gli elettrodomestici più cliccati, ci siano strumenti che rimandano sì al pane e al caffè, ma permettono di preparare da soli, a casa, prodotti come questi che spesso si acquistano fuori, al bar o al supermercato. Questo aspetto mostra una nuova tendenza da parte dei consumatori: da un lato, sempre più persone vogliono verificare in prima persona la qualità delle materie prime che usano per le loro preparazioni; dall’altro, molti si mostrano attenti alla possibilità di limitare alcune spese giornaliere, ma senza rinunciare ai piccoli piaceri della vita, come l’espresso al bar, ad esempio. Un piccolo segno della congiuntura economica che stiamo vivendo. Questo approccio nuovo è possibile solo grazie alla presenza sul mercato di nuove soluzioni tecnologiche che permettono di semplificare notevolmente le procedure di preparazione, altrimenti complesse e dispendiose.

Spicca però, sopra tutti gli altri, l’interesse verso la salute, l’alimentazione sana, il benessere.

Prodotti come l’estrattore di succo o la centrifuga, ad esempio, sono al primo posto, rispettivamente con il 18 e il 10% dei clic. Secondo un’altra ricerca fatta dal portale, lo scorso anno la percentuale di vendite di tutti quei piccoli elettrodomestici considerati “salutari” è aumentata nettamente.

I dati di ricerca di Google Italia dicono addirittura che ogni mese gli italiani cercano 820.000 volte la parola “dieta” o espressioni che la contengano. Un aumento di attenzione che può essere motivato dalla passione verso nuove forme di alimentazione, dall’esigenza di essere sempre in forma o da una nuova sensibilità verso uno stile di vita che possa essere sostenibile, rispettoso dell’ambiente e salutare.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *