Basta alle continue telefonate! Più tutele per i consumatori

Basta alle telefonate indesiderate ad ogni ora della giornata, operatori commerciali che propongono l’offerta più conveniente per luce, gas, telefono e chi più ne ha ne metta… è arrivato il momento di farsi sentire.

Per tutelare i consumatori, ed in questo caso i loro dati personali, Adoc e Rete Consumatori Italia (Assoutenti, Casa del Consumatore e Codici) hanno consegnato al Ministro Enrico Costa la proposta di legge per introdurre il “RUC”, il nuovo Registro Universale dei Consensi, per tutelare il diritto alla privacy.

Che cos’è il Registro Universale dei Consensi?

Si tratta di un database in cui vengono elencati i trattamenti dei dati personali di chi ha prestato il proprio consenso ad essere contattato dalle imprese per finalità di marketing.

Nella maggior parte dei casi il consenso viene dato senza leggere le imprese che potranno trattare questi dati ed è in questo modo che ci si troverà inseriti in svariati database per poi essere contattati da una o l’altra azienda.

Per porre fine a queste telefonate indesiderate è stato ideato il Registro Universale dei Consensi che permetterà al singolo soggetto di conoscere le imprese a cui ha prestato il consenso, anche in passato, con la possibilità di revocarlo in ogni momento.

Si tratta di una proposta di legge che potrebbe avere un notevole impatto non solo sul consumatore offrendo una maggior tutela, ma anche sulle imprese che ogni giorno operano in Italia nel rispetto della normativa sulla privacy e che subiscono la concorrenza sleale di chi utilizza i dati dei consumatori per comunicazioni commerciali non autorizzate.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

13 risposte a “Basta alle continue telefonate! Più tutele per i consumatori

      • E’ triste da dire, dato che sono sempre in ballo a darmi da fare perchè le cose migliorino, però anche se qualche risultato lo si porta a casa ogni tanto e serve come sprone a continuare, non credo che ce la faremo a raddrizzare le cose. Soprattutto perchè non c’è la volontà (o l’interesse) a monte. Comunque sia non si potrà dire che non abbiamo tentato 🙂

        • Giusta osservazione… ognuno di noi, nel proprio piccolo, può fare qualcosa affinchè le cose migliorino. Bisogna crederci… e penso che un po’ di ottimismo non faccia mai male. 🙂

  1. Fatta iscrizione 3 anni fa, da allora le telefonate dei call center sono addirittura aumentate. Almeno tre telefonate al giorno. Forse era meglio non iscriversi in questa lista, perché, si sa, in Italia non funziona niente ma, anzi c’è sempre il genio, il furbetto, l’artista che riesce a voltare la situazione sfruttando una norma non chiara, un cavillo, un’ interpretazione giuridica fantasiosa, e questa è l’ Italia!

    • E’ successa la stessa cosa. Mi sono iscritto ma niente è cambiato. Riesco ad evitarli solo perché quando vedo apparire un numero (o è già catalogato come scocciatore ad esempio SCOCC SKY, SCOCC AMEX, ecc.) prima di rispondere vedo se è un numero di persone che conosco. Il registro in sostanza non serve a niente.

  2. Anch’io mi faccio la black list dei “disturbatori” a volte pure arroganti, e non rispondo a numeri strani o sospetti, al momento è l’unica cosa che si può fare, il registro delle opposizioni non a quanto sia mai servito, e a cosa serviranno nuovi registri, c’è sempre qualche cavillo o furbetto che l’aggira.

  3. Purtroppo mi aggiungo alla lunga lista, mi sono iscritta al registro delle Opposizioni ma le telefonate sono continuate imperterrite e ad ogni ora…..anche a mia madre anziana che l’hanno chiamata addirittura alle 22.00 di sera con tanto spavento. Io ci credevo molto in questo strumento, anche solo per avere almeno a casa mia un pò di quiete. Mi chiedo perchè in Italia non si riesca a far funzionare nulla al primo colpo……

  4. E’ giusto, mi è capitato addirittura di trovarmi con altro fornitore di energia elettrica senza avere dato nessuna autorizzazione, si sono serviti di una vecchia registrazione
    probabilmente falsificando la data.

  5. Mi fa piacere però che almeno una volta si cita la concorrenza sleale di chi continua ad utilizzare questi metodi contro chi invece ogni giorno come noi si limita ad un massimo di un contatto, non usa sistemi automatici, non chiama in orari assurdi….. ma poi udite udite …beh sul mercato però siete cari….

  6. Speriamo che finisca presto e che si approvi nel più breve possibile. Non se ne può più. E’ diventato impossibile anche se non rispondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *