Saldi: tutto quello che bisogna sapere per evitare fregature

saldi

Passata la frenesia degli acquisti natalizi, come ogni anno, ci troviamo ad attendere l’inizio dei saldi, un periodo molto utile per poter acquistare quell’oggetto o quel capo a prezzo scontato e che teniamo d’occhio da tempo.

La data di partenza di questi saldi invernali 2017 é oggi, 5 gennaio, ma prima di intraprendere questa corsa alla ricerca del vero e proprio affare, é fondamentale un po’ di “riscaldamento” e proprio per questo il Blog del Consumatore vuole informarvi su alcune cose che ancora non tutti sanno.

Ecco quello che il consumatore deve sapere.

Il Blog vuole darvi alcuni consigli per evitare di prendere fregature e soprattutto per informare il consumatore sui suoi diritti, in modo che non si trovi impreparato in questa caccia allo scontoTra le varie cose da sapere, quella che noi mettiamo sul podio, è che gli acquisti fatti durante i saldi godono delle stesse tutele previste per i beni comprati a prezzo pieno. 

Per esempio, in caso di prodotto difettoso, ai sensi dell’art. 130 cod. consumo, il consumatore ha diritto a chiedere, a sua scelta, la riparazione o la sostituzione del bene. Invece, può chiedere la riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto nei casi in cui:

  • la riparazione/sostituzione è impossibile o eccessivamente onerosa;
  • il venditore non ha provveduto alla riparazione/sostituzione entro un congruo termine;
  • la riparazione/sostituzione hanno arrecato notevoli inconvenienti al consumatore.

Quindi, non ascoltate chi vi dice che se il prodotto è difettoso non  potete cambiarlo solo perchè lo avete comprato a prezzo inferiore, oppure che si inventa qualsiasi altra scusa per non farvi usufruire della garanzia… non è così! E questa, purtroppo, è una cosa che non tutti sanno.

E’ opportuno avere degli accorgimenti, per esempio, evitare di acquistare prodotti con sconti esagerati, perché molto spesso si tratta di prezzi gonfiati per far vedere il notevole ribasso oppure di merce di anni passati ed ormai totalmente fuori moda.

Ricordiamoci che i saldi riguardano solo i prodotti della stagione in corso e proprio per questo conviene non farsi prendere dall’entusiasmo dello sconto esagerato scritto sul cartellino, in modo da evitare di trovarsi poi tra le mani un prodotto che non ci piace o di cui effettivamente non si ha bisogno. Anche perché, e non è cosa da sottovalutare, per gli acquisti fatti nei negozi non si ha la possibilità di esercitare il diritto di ripensamento, pratica ormai molto conosciuta da chi acquista online, perché questo è un diritto applicabile solo per gli acquisti fatti a distanza o fuori dai locali commerciali, come è appunto la vendita online.

E’ importante sapere che anche per gli acquisti effettuati durante i saldi, naturalmente conservando lo scontrino, il consumatore può chiedere il cambio della merce ed il negoziante è tenuto a farlo per legge, soprattutto quando il prodotto è difettoso. Inoltre, il difetto va denunciato al negoziante entro due mesi e non entro sette giorni, come spesso si sente dire. Ovviamente, anche durante i saldi, si può pagare con le carte e non solo in contanti!

Non fidatevi di quello che vogliono far credere, ma verificate ed informatevi sui diritti che ha il consumatore.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *