Prescrizione cartelle Equitalia. La Cassazione ha deciso

Equitalia

La prescrizione delle cartelle esattoriali è sempre stato un argomento abbastanza dibattuto, tra chi sostiene che si debba fare riferimento al termine di prescrizione lungo, quindi dovranno passare ben 10 anni, e chi reputa invece applicabile il termine breve previsto per il tributo stesso. Chi avrà ragione?

Per colmare le incertezze sorte su questo argomento, sono intervenute le Sezioni Unite della Corte di Cassazione che, con la sentenza 23397/2016, hanno voluto chiarire la questione.

Quindi, a cosa bisogna riferirsi? Termine lungo o termine breve? 

La questione è capire quale termine di prescrizione deve essere applicato ad una cartella esattoriale contenente tributi soggetti a prescizione breve.

Le Sezioni Unite si sono pronunciate sull’interpretazione che deve essere data all’art. 2953 c.c. disciplinante la conversione del termine di prescrizione breve in quello decennale, in modo da capire se tale norma possa essere applicata anche a quei casi la cui definitività dell’accertamento del credito, derivi da un atto diverso rispetto ad una sentenza di condanna passata in giudicato.

La Corte ha ritenuto che la mancata impugnazione della cartella di Equitalia non è sufficiente per consentire la trasformazione del termine di prescrizione, da breve a decennale, questo perché la cartella è un atto amministrativo che non può acquisire efficacia di giudicato.

La cartella di Equitalia non può essere paragonata ad un provvedimento giudiziale definitivo pertanto, l’art. 2953 c.c., non può essere applicato. Invece, tale conversione produce effetti nei casi di definitività di sentenze, di decreti ingiuntivi o di sentenze o decreti penali di condanna.

Questo è l’orientamento accolto dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con la sentenza 23397/2016 in riferimento ai contributi Inps, ma è applicabile anche ad altri tributi.

Ricordiamo che per poter applicare l’istituto della prescrizione, occorre che dalla data di notifica della cartella non sia intervenuto alcun atto interruttivo, altrimenti il termine si interromperà per ricominciare a decorrere dall’inizio.

Se avete ricevuto delle cartelle esattoriali, prima di pagare vi consigliamo di far verificare gratuitamente dagli esperti di Diritto Semplice se le somme richieste sono effettivamente dovute. Potete chiedere una verifica gratuita delle cartelle esattoriali direttamente da QUI.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

16 risposte a “Prescrizione cartelle Equitalia. La Cassazione ha deciso

    • Gli atti interruttivi dellla prescrizione sono quei solleciti di pagamento che il creditore invia al debitore.

  1. ipoteca iscritta da Equitalia su immobile di proprietà per contributi INPS nel 2010…contributi INPS prescrizione quinquennale..
    Posso chiedere la cancellazione dell’ipoteca per prescrizione del credito che sta alla base?
    Grazie

    Mirco

  2. Buongiorno, avrei una domanda. Come si può verificare se sono stati inviati degli atti interruttivi e in quale data? Sull’estratto conto on line di Equitalia è indicata soltanto la data di notifica.
    Grazie

  3. Buongiorno, si possono definire prescritte delle cartelle esattoriali equitalia di Iva non pagata del 2010,2011,2012 di un’a società sas chiusa nel 2013? Inoltre tutte cartelle non notificate intestate alla società chiusa.
    Grazie.

    • Per poter eccepire la prescrizione non devi aver ricevuto atti interruttivi come solleciti di pagamento.

  4. Un atto interruttivo dei termini di prescrizione è efficace anche se il destinatario non ha firmato per ricevuta e non l’ha fisicamente mai letto?

  5. Buonasera,
    gli atti interuttivi della prescrizione possono essere anche piu’ intimazioni di pagamento inviate nella stessa raccomandata?

  6. Come bisogna comportarsi nel caso in cui una cartella per bolli auto , tra l’altro già prescritti, non venga impugnata nei 60 giorni ? Puo’ essere eccepita la prescrizione successivamente in sede di impugnazione del successivo atto di esecuzione ?

  7. ho ricevuto anni fa una ingiunzione di pagamento di 237.000 € quale socio accomandante di una sas. Gli avvocati a cui mi sono rivolto hanno sempre temporeggiato. Vorrei sapere se, in questo caso, si applica comunque la prescrizione breve avendo equitalia compiuto evidentemente un atto illecito non dovendo assolutamente io rispondere di questa cosa. Non ho mai compiuto atti di qualsiasi genere per la società ed ero impiegato in un supermercato.

  8. una sentenza passata in giudicato per cartelle esattoriali, che Equitalia a presentato come raccomandate speditemi per n° 8 raccomandate e presentate in udienza, ma io ne ho ricevute solo 4, da un’estratto fattomi fare da Equitalia le 4 raccomandate presentate come numero in udienza non esistono, posso ricorso presso il tribunale per questo motivo grazie

    • Bisognerebbe avere più informazioni per poterti dare una risposta. Ti è stata notificata la data dell’udienza? E di cosa si tratta?

  9. La verità è solo una la legge se la fanno loro a proprio uso e consumo. Altro che 5 o10 anni di prescrizione, mia madre ha 84 anni e l’anno scorso gli è arrivata una cartella di equitalia da pagare per tributi riferiti pensa un Po al 1978. Quasi 40 anni !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *