Nullità per le cartelle Equitalia via pec?

equitalia

Oggi ci occupiamo delle cartelle di Equitalia anche se sappiamo bene che è un argomento poco piacevole ed anzi, letteralmente odiato da tutti perché si pensa di dover mettere mano al portafoglio e pagare, ma attenzione perché non è sempre così.

Le Commissioni Tributarie Provinciali prima di Lecce e poi di Napoli hanno fatto sorgere dei dubbi sulla validità della ricezione delle cartelle di pagamento inviate tramite posta elettronica certificata, trattandosi di cartelle che dovranno ritenersi nulle.

Cerchiamo di capire il perché.

La cartella notificata tramite indirizzo di posta elettronica certificata non offre al contribuente le stesse garanzie del metodo tradizionale per diversi aspetti.

Prima di tutto la cartella che il destinatario ha tra le mani è una semplice copia informatica e, senza alcuna attestazione di conformità all’originale,  non può garantire che i due documenti (l’originale che ha Equitalia e la copia che ha il contribuente) siano esattamente uguali.

Inoltre l’indirizzo di posta elettronica certificata non dà una certezza di visione del documento a 360 gradi, anche perché sì che il sistema informatico segnala se il “file” è stato consegnato oppure no, ma non permette di sapere e verificare se il destinatario ha letto il messaggio e quindi effettivamente preso conoscenza dell’atto.

Per di più è da circa un mese e mezzo (dal 1° giugno 2016) che la notifica delle cartelle di pagamento tramite posta elettronica certificata è diventata obbligatoria per coloro che per legge devono essere dotati di indirizzo PEC, come per esempio le società ed i professionisti, ma se l’orientamento di queste Commissioni Tributarie Provinciali dovesse trovare altre condivisioni sarebbe necessario un nuovo intervento, in modo tale che si trovi una nuova soluzione o si ritorni alla vecchia forma cartacea con tutti i pro e contro.

Voi cosa ne pensate?

Vi ricordiamo che se avete bisogno di aiuto, dirittosemplice.it offre gratuitamente a tutti gli utenti il servizio di verifica delle cartelle esattoriali. Qui trovate le istruzioni per far verificare le cartelle.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “Nullità per le cartelle Equitalia via pec?

  1. Premetto che lavoro presso uno Studio di Commercialisti quindi conosco perfettamente l’argomento e non intendo per nulla difendere Equitalia o la categoria professionale ma parlo da cittadino italiano.

    Innanzitutto Equitalia può essere odiata solo per un semplice motivo e cioè gli ulteriori aggravi per il contribuente oltre a quelli già applicati dall’ente che si rivolge ad Equitalia ma chi non paga nei termini deve essere sanzionato! Se una persona paga sempre tutto e puntualmente non avrà mai a che fare con Equitalia.

    Detto questo credo che la notifica tramite PEC sia una cosa veramente utile oltre che immediata ed il fatto che non ci sia la classica dicitura “conforme all’originale” può far pensar male ma si può benissimo richiedere la copia cartacea della cartella presso uno sportello.

    Per quanto riguarda invece la conferma di lettura che importanza ha?? Se mi inviano la cartella per raccomandata (cartacea) sanno se la apro per leggerla o se la chiudo in un cassetto senza neanche aprire la busta? Ti è stata notificata e questo basta o quantomeno dovrebbe bastare. Saluti

    • Per Zanna 13: ti ringraziamo per la tua opinione e concordiamo con te su quando hai scritto. Ci teniamo a precisare che non vogliamo difendere chi non paga, però può succedere di dimenticarsi una scadenza oppure trovarsi in condizione di non poter pagare e quando arriva una lettera di Equitalia solitamente è indesiderata.

  2. A mio parere, una prova che la copia elettronica sia conforme all’originale potrebbe consistere nell’apposizione, da parte di chi emette la cartella, di una firma digitale qualificata e di una marca temporale.

  3. —–Messaggio originale—–
    Da: Equitalia
    Inviato: lunedì 1 agosto 2016 08:30
    A: ***
    Oggetto: AVVISO NUMERO ***

    Agente della Risossione
    Equitalia S.p.A.

    Art. 26 D.P.R. 29/09/1973, n. 602 e successive modifiche – Art. 60 D.P.R. 29/09/1973, n. 592, Art. 140 c.p.c.

    Gentile ***

    Il suindicato Agente della Riscossione avvisa, ai sensi delle intestate disposizioni di legge , di aver depositato in data odierna, nella Casa Comunale del Comune il seguente avviso di pagamento “Documento n.***” del 01/08/2016 , composto da 3 pagina/e di elenchi contribuenti a nr. 11 atti.

    Si prega di scaricare il fattura

    questo è il secondo avviso che ricevo da "EQUITALIA'''???

  4. Per zanna, egregio signore non capisco dove trova il coraggio per dire le idiozie che scrive. Per caso son entrato in questo sito e letto il suo messaggio peró l’inviterei di uscire per le strade di questa italia e dire cercando di far capire cio che ha espresso qui. Sicuramente non ha la piu pallida idea di come una famiglia tira avanti con il macigno italia sul groppone, peró sapendo gia che non avrà la capacita di capire la voglio invitare ad una riflessione: Come riesce un padre di famiglia con due figli a carico e moglie, con uno stipendio di €1500 di tirare avanti senza incorrere in problemi trattati qui. Provi a spiegare se vuole sia qui che per le strade della sua citta quello che le gira per la testa. Auguri…

  5. Salve, volevo ribadire che forse si tratta di un metodo più veloce quello dell’invio a mezzo pec, qualora però non vi fossero € 5,88 per i diritti di notifica. Mi è appena stata notificata una cartella a mezzo pec, per la quale però devo riconoscere quell’importo nonostante sia pervenuta in maniera del tutto informatica.

    • esattamente !
      la stessa identica cosa a me. cartella notificata via pec ed indicati i costi di notifica. credo che anche questo sia un buon motivo di gravame !

  6. scusate la mia poca informazione…….. dopo aver letto la mia pec,( quasi collasso) io ancora non ho capito……. devo aspettarmi anche il cartaceo??? io non so cosa fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *