Periodo di saldi! I consigli del blog del consumatore

saldi

Finalmente tra pochi giorni iniziano i saldi!

Sono sempre di più gli italiani che aspettano questo periodo per fare acquisti, togliersi qualche sfizio e soprattutto per accaparrarsi il vero affare ma… purtroppo non mancano i casi in cui l’imperdibile occasione si rivela una vera e propria delusione!

Per evitare che lo shopping “scontato” si trasformi in uno spreco di denaro, vi forniamo alcuni accorgimenti utili da seguire.

Innanzitutto sfatiamo il mito che il prodotto in saldo che si rivela difettoso non si può cambiare.

Molti commercianti su questo ci marciano, per cui non fatevi fregare e ricordatevi che, in periodo di saldi, valgono le stesse regole che si applicano tutto l’anno. Naturalmente però… CONSERVATE LO SCONTRINO!

State anche attenti che i prodotti acquistati in saldo sono ancor più difficili da sostituire di quelli acquistati a prezzo pieno. Non esiste infatti (diversamente da quel che molti pensano) nessuna norma che obblighi il venditore a cambiare, ad esempio, un paio di scarpe perché, arrivati a casa, ci siamo resi conto che ci fanno male. Sono però frequenti i casi in cui il commerciante, per venire incontro al cliente, cambia comunque il prodotto, offrendone in cambio un altro o un buono per futuri acquisti.

Questa elasticità, di solito, sparisce però coi saldi, perché, visto lo sconto, quasi tutti i negozi rifiutano successivi cambi o ripensamenti. Attenzione quindi a scegliere giusto e non farsi prendere dallo shopping compulsivo da sconti!

In questi giorni che precedono i saldi, un comportamento astuto sarebbe quello di dare un’occhiata a ciò che vorreste acquistare, cercando anche di memorizzare il prezzo per poi verificare, una volta dato il fischio di inizio, se la merce scontata è effettivamente un residuo della stagione in corso e se lo sconto è stato realmente applicato.

Vi diciamo questo perché i saldi non devono essere  applicati su merce vecchia o dimenticata per anni in magazzino ed inoltre diffidate da chi vi propone sconti oltre il 50% perché, in questi casi, è probabile che il vero prezzo sia stato gonfiato a dismisura per poi applicare un’alta percentuale di sconto al fine di invogliare il cliente a comprare.

Quindi, tra un negozio e l’altro… occhio al prezzo!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *