Addetti del gas: attenzione ai falsi interventi a casa

gasCi eravamo già occupati circa un mese fa di venditori porta a porta di apparecchi contro le perdite di gas, raccomandando di non farsi convincere ad acquisti non desiderati e non richiesti dalla normativa vigente.

A seguito di takle articolo ci sono giunte segnalazioni di altri originali stratagemmi da parte di presunti tecnici del gas che si presentano a casa delle persone, soprattutto anziane.

E’ il caso di alcuni soggetti che suonano alla porta e si propongono come addetti al controllo delle tubature del gas, dopo essersi premurati, nei giorni precedenti, di affiggere volantini nei portoni per avvisare del loro arrivo.

In questo modo, la loro “visita” assume un carattere di falsa ufficialità, per cui, i condomini, soprattutto se anziani, non si insospettiscono di fronte alla loro richiesta di controllare i tubi del gas.

Una volta entrati in casa, fingono di controllare le tubature della cucina, a volte cambiano anche il tubo e installano degli apparecchi che non hanno alcuna funzione, per poi pretendere l’immediato pagamento in contanti o con carta di credito.

A tale scopo, portano con sé i POS per effettuare il pagamento immediato, richiedendo fino a 1500 euro.

E’ capitato anche a voi? Segnalatecelo contattando Casa del Consumatore o commentando questo articolo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Addetti del gas: attenzione ai falsi interventi a casa

  1. si,un mese fa,non li ho fatti entrare perche gli addetti del gas non vanno per le case e non lasciano quei volantini,è solo l idraulico che al momento del lavoro firma il lavoro a norma..so che in alcune case dove li hanno fatti entrare hanno chiesto dei pagamenti e non volevano andarsene..mio consiglio..non fate entrare nessuno..e non state ad ascoltarli perche sono molto abili con le parole..fanno dei corsi per parlare alla gente.

  2. La scorsa settimana (più o meno) ho trovato dei volantini scritti in azzurro nella cassetta della posta; sinceramente avevo capito che si trattava di qualcosa inerente al controllo del gas, ma non ci avevo dato importanza né avevo letto con attenzione, dal momento che non provenivano dall’azienda erogatrice.
    Qualche giorno dopo ha suonato al cancello un tizio, vestito con qualcosa di blu e con un cartellino di riconoscimento.
    Siccome abito in una casetta e in questo momento non mi funziona il citofono, mi sono affacciata alla finestra per chiedergli cosa volesse e mi ha risposto che” dovevamo solo perdere qualche minuto in cucina per controllare il gas”, al che ho subito collegato con quanto avevo letto e gli ho risposto di no.
    Sono di Trieste.

  3. sono di la spezia e nel mio palazzo è stato affisso all’interno del portone (in modo che dall’esterno non fosse leggibile) un foglio nel quale avvisavano che sarebbero passati a controllare il tubo del gas se era in regola ed a proporre l’acquisto di un rivelatore di fughe di gas. Purtroppo non so darvi altri dati poiché il foglio è stato staccato dall’amministratore e gettato via. Da quanto mi hanno raccontato altre persone il rivelatore di fughe di gas proposto vale su internet circa 25€ mentre essi lo fanno pagare 250€. altro non posso aggiungere, sono stati allertati polizia e vigili urbani. Io consiglio di chiederne l’intervento quando si presentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *