Ricerca delle parole su Google: quando i suggerimenti danneggiano…

Esiste una comoda funzione di Google che ci aiuta nelle ricerche: si chiama autocomplete e ci suggerisce le probabili parole che stiamo cercando, per agevolarci a velocizzare la ricerca.
Se ad esempio scriviamo su Google “tg”, il motore di ricerca ci suggerisce, come lettere mancanti, “com”, per indirizzarci al risultato più ricercato con le lettere o parole che abbiamo iniziato a digitare, ossia tgcom.
Ottimo servizio e bella comodità! Se però qualcuno ha scritto male di noi, e magari è anche parecchio letto, potremmo veder associato il nostro nome ad attributi poco carini. Google è responsabile di questa associazione di parole?
La questione è stata posta recentemente da una Fondazione al Tribunale di Milano. Le ricerche col nome della fondazione la associavano infatti al termine poco carino di “setta”.
Il Tribunale dapprima ha dato ragione a Google, facendo leva sulla sua neutralità quale mero prestatore di servizi internet. La Fondazione non si è però data per vinta e ha fatto reclamo ad un collegio di tre giudici, sempre dello stesso Tribunale.

Il Collegio ha accolto il reclamo ed ha ordinato a Google di rimuovere l’associazione di parole, ritenendo in sostanza che la funzione di autocompletamento offerta da Google, pur essendo automatica e passiva (in quanto elaborazione di dati derivanti da traffico di ricerca e visite) tuttavia si sostanzia in un contenuto generato dal motore di ricerca, dei cui risultati deve dunque rispondere lo stesso motore di ricerca.

Una decisione, questa del Tribunale di Milano, che si inserisce in un filone di pronunce, italiane ed europee, di autorità di controllo come della magistratura, che cercano di tracciare i sottili confini tra efficienza dei servizi e privacy, comodità per l’utente e rispetto dei diritti.
La questione è aperta e non sappiamo se davvero il nome della fondazione non venga più associato al termine setta.

E voi cosa ne pensate? A proposito, avete controllato se il nome vostro o della vostra azienda è collegato dai motori di ricerca a qualche altra parola?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *