Lavorare al computer: consigli ed esercizi per la postura

È vero: i lavori faticosi sono altri. Però, anche chi lavora seduto ad una scrivania davanti ad un computer per 8 ore al giorno, a lungo andare, rischia qualche dolorino cervicale, dorsale e lombare.
Deformità congenite e infiammazioni varie a parte, la causa principale del mal di collo, di schiena, ecc. è sicuramente una postura sbagliata.
Ecco allora i consigli per tenere una posizione fisiologica al computer ed allenare occhi e collo.

La postura corretta
Prima di spiegare come bisogna stare seduti al computer, è importante ricordare che le posizioni fisse vanno interrotte spesso: una piccola pausa-relax ogni ora, una puntatina al bagno, una camminata mentre si parla al telefono possono essere di grande aiuto.
Quindi: busto eretto ma non rigido, collo dritto, spalle rilassate, schiena appoggiata al sedile (schienale inclinato di circa 90°-100°), braccia ad angolo retto (gomiti all’altezza della scrivania), ginocchia ad angolo retto e piedi ben poggiati a terra.
Tenere il monitor a distanza di 50-70 centimetri dagli occhi.
Evitare di accavallare o incrociare le gambe e di inclinare troppo in avanti il busto.

Il kit del videoterminalista
Monitor: assolutamente indispensabile uno schermo regolabile (la linea superiore deve essere parallela ali occhi), senza riflessi/riverberi.
Scrivania: l’ideale sarebbe un piano leggermente inclinato. Anche il colore è importante: da evitare i colori lucidi, in particolare il bianco e il nero
Sedia: meglio se girevole, di altezza regolabile, con schienale inclinabile e senza braccioli; la seduta deve essere morbida e coi bordi arrotondati. Possibile sostituto: lo sgabello ergonomico. In ogni caso, la distanza ideale tra seduta e scrivania è di circa 30 cm.
Poggiapiedi: molto utile per chi non arriva a toccare terra con tutta la pianta del piede.

Gli esercizi per la vista
Prima regola per evitare che gli occhi si stanchino e comincino a lacrimare: ogni ora distogliere lo sguardo dal monitor e poi guardare in su oppure un punto distante almeno due metri.
Piccoli esercizi mattutini: da seduti in posizione rilassata, muovere lentamente gli occhi su e giù per dieci volte, e poi da sinistra a destra per altre 10 volte.
Relax per gli occhi: copriteli bene con i palmi delle mani e appoggiate i gomiti sulle ginocchia, rimanete in questa posizione per alcuni minuti.
Un toccasana: al mattino, tenendo gli occhi chiusi, bagnateli con 10 getti di acqua fredda e poi asciugateli bene.
Lettura: se non è eccessiva, è un ottimo allenamento per gli occhi, l’importante è mantenere una distanza dal foglio pari alla lunghezza del proprio avambraccio e smettere di leggere quando cominciano ad affaticarsi.

Gli esercizi per il collo
Per i videoterminalisti i dolori al collo sono all’ordine del giorno. Ecco alcuni esercizi mattutini che possono aiutare a “sciogliersi”:
1) disegnare in aria col mento i numeri da 0 a 9;
2) mantenendo il collo rilassato, lasciar cadere il mento avanti (vicino al petto) e indietro sulla schiena per 10 volte;
3) restando immobili, girare la testa prima a destra poi a sinistra per 10 volte.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *