Incidente con un’auto straniera? Ecco cosa fare

Ogni anno, in particolare in estate, circolano sulle strade italiane decine di milioni di veicoli stranieri. Non è quindi così raro che una vettura italiana possa trovarsi coinvolta in un incidente con una vettura straniera.

Che fare in questi casi? Come si fa ad ottenere il risarcimento dei danni?

Non tutti lo sanno, ma esiste un Ufficio in Italia che si occupa proprio di aiutarci in questi casi. Si tratta dell’UCI (Ufficio Centrale Italiano).

Se avete avuto un incidente con un veicolo straniero in Italia, dovete inviare una lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’UCI, indicando ogni dato utile a rendere più agevole e più veloce, il lavoro dell’ UCI.

In particolare vanno indicati i seguenti dati:
– nazionalità e targa del veicolo estero,
– caratteristiche, marca e modello del veicolo estero;
– cognome, nome e indirizzo del proprietario e del conducente del veicolo estero;
– nome della compagnia di assicurazione del veicolo estero;
– estremi dell’autorità eventualmente intervenuta dopo l’incidente (Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Municipale, ecc.), con l’indicazione del Comando di appartenenza e della località;
– copia della constatazione amichevole d’incidente (modulo CID), se disponibile;
– copia della Carta Verde esibita dal conducente del veicolo estero, se disponibile;
– descrizione dell’incidente.

Se l’incidente ha provocato danni a veicoli o cose, occorre indicare il luogo, i giorni e le ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per l’ispezione diretta ad accertare l’entità del danno.

Se l’incidente ha provocato lesioni personali, occorre indicare l’età, l’attività il reddito, l’entità delle lesioni, l’attestazione medica comprovante l’avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti.

L’UCI, in base ai dati forniti nella lettera di risarcimento, provvederà ad incaricare della trattazione del sinistro il corrispondente nominato dalla Compagnia di assicurazione.

E se non conoscete i dati della Compagnia di assicurazione del veicolo straniero? Non disperate: l’UCI svolgerà accertamenti nel paese di immatricolazione del veicolo, sia per rintracciare la compagnia assicuratrice e sia per verificare se, in mancanza di un ente assicuratore, esistano i presupposti per farvi accedere ad un apposito fondo.

Sul sito dell’UCI potete trovare anche diversi utili suggerimenti per ottenere il risarcimento dei danni anche nel caso sia invece capitato a voi di subire un incidente all’estero.

 

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto “GuidoSicuro“, in collaborazione con Altroconsumo, Acu, Codici e Confconsumatori, grazie al patrocinio e contributo del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *