Pneumatici auto: è in arrivo la nuova etichetta europea

È stata introdotta nell’ambito del piano di azione comunitario per l’efficienza energetica la nuova etichetta europea di sicurezza.
Dovranno averla obbligatoriamente tutte le gomme per auto e veicoli commerciali che saranno prodotte dal prossimo 1° luglio ed immesse sul mercato da novembre 2012.

Tale obbligo è stato imposto col Regolamento europeo n. 122/2009 come ulteriore tassello in vista dell’obiettivo finale di riduzione del consumo generale di energia del 20% entro il 2020.

Grazie alla nuova etichetta i consumatori potranno acquistare pneumatici auto più efficienti, sicuri e silenziosi, avendo a disposizione maggiori informazioni.
In particolare, l’etichetta (tra l’altro molto simile a quella già in uso per gli elettrodomestici) dovrà riportare tre caratteristiche importanti del prodotto:
1) la riduzione del consumo, espressa in 7 classi dalla A alla G;
2) l’aderenza sul bagnato, espressa in 7 classi dalla A alla G;
3) la rumorosità esterna di rotolamento, espressa in decibel e suddivisa in 3 classi identificate da altrettante onde sonore.

Insomma, il prezzo basso non dovrebbe essere l’unico criterio di scelta delle proprie gomme. Meglio optare per una maggiore sicurezza su strada ed efficienza energetica ed ambientale, in modo da recuperare, sul lungo periodo, il maggior prezzo pagato attraverso una sensibile riduzione dei consumi di carburante.
Tra una classe e l’altra di pneumatici, infatti, si stima che il consumo di carburante possa variare di 0,1 litri ogni 100 km (quindi, 0,7 l di differenza tra la classe A e la classe G).

Purtroppo l’obbligo della nuova etichettatura non è stato introdotto per i pneumatici moto, ma ciò non vieta alle case produttrici di adottarla spontaneamente anche per questi.

Avv. Valeria Gritti
Casa del Consumatore
 

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto “GuidoSicuro“, in collaborazione con Altroconsumo, Acu, Codici e Confconsumatori, grazie al patrocinio e contributo del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “Pneumatici auto: è in arrivo la nuova etichetta europea

  1. Purtroppo di questi tempi siamo tutti più poveri, al tal punto da risparmiare a volte, persino sul cambio gomme dell’auto. Se da una parte, ritardare la sostituzione dei pneumatici è un modo per risparmiare o differire la spesa per la manutenzione dell’automobile, dall’altra apre scenari abominevoli per la sicurezza. Spesso le auto a minor chilometraggio e di più piccola cilindrata sono le meno controllate e il luogo comune è sempre lo stesso: “Tanto la uso solo in città, per fare la spesa e per qualche commissione”! Speriamo che la nuova etichetta metta un po’ a posto le cose..

  2. immagino gia come schizzeranno in alto le quotazioni dei pneumatici, piu sarà alto il ratting di questa ettichetta piu si alzerà il prezzo stesso del pneumatico.

  3. I prezzi degli pneumatici (regola della S impura) saranno gli stessi. Sarà difficile vedere pneumatici dall’etichetta meravigliosa. Un buon pneumatico va valutato su molti più parametri, non solo su questi tre. Se vedete un test comparativo sulle riviste di settore, vedete come sono testati gli pneumatici e i prezzi non cambiano. Chi dichiara etichette meravigliose è solo uno specchietto per le allodole, fate attenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *