La lotteria dei risarcimenti ai passeggeri Costa Concordia

Giovedì scorso quindici associazioni nazionali di consumatori, dopo lunga trattativa con Costa Crociere, hanno ottenuto un risarcimento automatico e immediato per tutti gli sfortunati passeggeri della Costa Concordia. Un risultato che quelle associazioni, nella loro visione “collettiva” del problema, hanno giudicato molto positivo.

Sta però facendo molto discutere l’importo del risarcimento: si tratta di 11 mila euro a persona, a cui vanno aggiunti il rimborso del biglietto, di tutte le spese sostenute e l’eventuale polizza aggiuntiva firmata a bordo per assicurare il bagaglio, che resta valida.
In buona sostanza è stato calcolato che ogni passeggero potrebbe aver diritto complessivamente a circa 14 mila euro, oltre alle cure, a spese di Costa Crociere, per i casi di chi ha bisogno di  terapie per superare lo shock per quanto accaduto.

Alcuni hanno definito l’offerta di Costa Crociere “un’elemosina”, altri addirittura “uno scherzo”.
Nel frattempo si moltiplicano, in Italia e nel mondo, promesse fantamilionarie per i  passeggeri della Costa Concordia, che secondo alcuni avrebbero diritto addirittura a cento milioni di dollari a testa. Una somma da lotteria che farebbe maledire al resto dell’Italia di non essere stati a bordo quel giorno.

Il paradossale è però che, se davvero qualcuno ottenesse la condanna ad un risarcimento personale da cento milioni di dollari, la Compagnia fallirebbe seduta stante, non pagando nessuno.
Fatto sta che le promesse di maxirisarcimenti si moltiplicano, dal sud all’estremo nord della nostra penisola, dalla Germania alla Francia, dagli Stati Uniti all’Australia.
Come deve allora comportarsi il naufrago “tipo”, accettare la proposta di Costa Crociere o respingerla e confidare in maggiori, futuri ed eventuali, importi? Continua a leggere

Costa Concordia: 14 mila euro di risarcimento a passeggero

Si è tenuto ieri, presso la sede di ASTOI Confindustria Viaggi, il tavolo di confronto tra la Costa Crociere e le Associazioni dei Consumatori aderenti al CNCU, come la Casa del Consumatore.
Obiettivo dell’incontro: trovare soluzioni conciliative soddisfacenti per i passeggeri coinvolti nella vicenda, evitando le lungaggini e gli aggravi di spese conseguenti all’instaurazione di un giudizio.

In base all’accordo raggiunto, Costa Crociere si impegna a corrispondere a ciascun passeggero, indipendentemente dall’età (quindi anche i bambini non paganti):
un importo forfettario di 11.000 euro a titolo di risarcimento di tutti i danni patrimoniali, fisici e morali subiti (inclusi quelli da perdita del bagaglio e degli effetti personali, da disagio psicologico, da vacanza rovinata);
il rimborso integrale del valore della crociera, comprese le tasse portuali;
il rimborso dei transfer aerei e bus inclusi nella crociera;
il rimborso totale delle spese di viaggio sostenute per il rientro;
il rimborso di eventuali spese mediche sostenute;
il rimborso delle spese sostenute durante la crociera.
Per un totale di circa 14.000 euro a persona che verranno accreditati entro 7 giorni dall’accettazione della proposta da parte di ciascuno. Continua a leggere

Carrier IQ: una spia nei nostri smartphone?

Il caso è scoppiato già da qualche mese: un software “spione” installato di default negli smartphone di tutto il mondo. Si chiama Carrier IQ e registra la posizione dei dispositivi tramite il GPS integrato, i messaggi di testo, i numeri chiamati, le immagini inviate, le ricerche effettuate sul web e quant’altro: insomma, traccia tutto ciò che fanno gli utenti e i loro spostamenti, poi invia questi dati “sensibili” ai produttori dei telefoni, ma anche ad alcuni operatori telefonici. Fortunatamente è possibile rimuoverlo… Continua a leggere

Al via Cibolando, gioco e sana alimentazione per i ragazzi

Mancano sei giorni all’inizio di Cibolando, gioco/concorso educativo per ragazzi delle scuole medie che, da soli o in gruppo, con genitori o insegnanti, possono giocare imparando le regole della buona alimentazione.
In palio tre Urban Suond Station per i primi classificati e tanti lettori mp3 per i primi 40 a giungere a termine del percorso.
Cibolando realizza “Nutrilandia” di Silvia Annaratone, l’idea vincitrice del primo concorso per idee “Alimentarsi bene, vivere meglio – educare alla ricchezza e varietà alimentare italiana”, lanciato  dalla Fondazione Italiana Accenture, in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.
Scopo del gioco è stimolare nei ragazzi, attraverso il gioco ed il divertimento, la consapevolezza di una corretta educazione alimentare coniugata con la valorizzazione della grande ricchezza e varietà che mette a disposizione il patrimonio alimentare italiano. Continua a leggere

Aggiornamenti dal Comitato naufraghi Concordia

Ecco gli ultimi aggiornamenti dal Comitato naufraghi Concordia.
Il Comitato, che ha sede a Genova e conta già l’adesione di centinaia di naufraghi e quindici associazioni di Consumatori, si è riunito presso la sede genovese di Casa del Consumatore per tracciare le prime linee di azione.
Obiettivo del Comitato è concordare con Costa Crociere una procedura rapida e snella, con il coinvolgimento delle assicurazioni tenute al risarcimento, per un congruo risarcimento di tutti i danni patiti dai naufraghi. A tal fine i legali del Comitato sono già al lavoro per una proposta alla società.
Intanto Costa Crociere ha già risposto all’appello del Comitato, offrendo la propria disponibilità ad incontrarlo appena finita la prima fase di emergenza. È prevedibile che tale incontro si terrà a fine gennaio/inizio febbraio.
Ricordiamo a tutti come aderire al Comitato:

Potete contattare la Casa del Consumatore al numero verde gratuito 800 168 566 o scrivendo alla mail ctv@casadelconsumatore.it.
L’adesione è gratuita e aperta a passeggeri e personale di bordo.

La Casa del Consumatore non richiede alcun pagamento da parte degli aderenti per le spese legali di assistenza per ottenere il risarcimento dei danni, visto che dette spese debbono gravare sulla danneggiante Costa Crociere e sulla sua assicurazione.

La Casa del Consumatore ha anzi deciso di offrire in omaggio a tutti gli aderenti la propria tessera associativa, piccolo segno tangibile della solidarietà dell’associazione per la terribile esperienza vissuta dai naufraghi.

Vi ricordiamo infine che sul sito di Casa del Consumatore è disponibile il modello di raccomandata per richiedere il risarcimento dei danni. Si raccomanda di spedirla entro dieci giorni lavorativi dal rientro a casa.

Costituito il Comitato di tutela dei passeggeri della Costa Concordia

La Casa del Consumatore e il blog del consumatore esprimono solidarietà ai feriti e cordoglio ai familiari delle vittime della terribile sciagura del mare che ha coinvolto i passeggeri e i marittimi della Costa Concordia.
La Casa del Consumatore informa tutte le vittime e i danneggiati che è stato costituito a Genova il Comitato di tutela dei passeggeri per assisterli e tutelare i loro diritti.
Nei prossimi giorni il Comitato incontrerà i vertici di Costa Crociere per comprendere come la compagnia di navigazione intenda far fronte alla situazione.
Si ricorda sin da ora che, in base alla normativa vigente, i passeggeri della Concordia possono chiedere il risarcimento di tutti i danni subiti ed in particolare:

Continua a leggere

Negozi a tempo pieno: favorevoli o contrari?

Dal 1° gennaio di quest’anno tutti i negozi d’Italia possono essere aperti a qualsiasi ora del giorno e anche nei festivi, senza vincoli né obblighi di chiusura domenicali o infrasettimanali.
L’obiettivo della nuova norma è semplice: far girare l’economia.
La liberalizzazione degli orari di apertura dovrebbe anche stimolare la concorrenza soprattutto in termini di fidelizzazione della clientela. Si spera poi in un abbassamento dei prezzi con relativo aumento della capacità di acquisto dei consumatori.

Vediamo allora pro e contro. Continua a leggere