Monti, Passera e Catricalà: una speranza per i consumatori

Il nostro Paese sta attraversando momenti di forte tensione sociale e politica; l’ombra oscura della crisi economica continua imperterrita a minacciare un’Italia ormai stanca, indifesa e confusa.
I prossimi mesi non saranno facili, le misure “anticrisi” che verranno adottate creeranno reazioni di malcontento ed insoddisfazione nella società: si prospetta un percorso tortuoso e ricco di ostacoli, ma inevitabile ai fini della definizione delle condizioni che favoriranno la ripresa economica ed il successivo sviluppo.
In un periodo storico in cui si richiedono ai cittadini grandi sforzi e sacrifici, assumono un ruolo strategico le associazioni dei consumatori: esse rappresentano importante punto di contatto e raccordo tra la collettività  e le istituzioni pubbliche nell’adozione di politiche di tutela, prevenzione e garanzia dei diritti in un’ottica di collaborazione e reciproca fiducia.
Obiettivo che si spera di perseguire partendo da ottimi presupposti: il nuovo Governo tecnico per le professionalità, le competenze e le esperienze che lo contraddistinguono può dare fiducia ai cittadini, in particolare ai consumatori.

Il neo Presidente del Consiglio Mario Monti nell’attività svolta come Commissario europeo, infatti, ha più volte concretizzato, in modo diretto o indiretto, atti ed interventi di cui hanno beneficiato cittadini nella veste di consumatori.
Grande soddisfazione, inoltre, deriva dalla scelta, all’interno del nuovo Governo, di due uomini, due figure professionalmente notevoli nel panorama italiano, molto cari al mondo consumeristico:  il Dott. Corrado Passera ed il Prof. Antonio Catricalà. Entrambi, per le funzioni rivestite in ambito lavorativo, hanno conosciuto ed apprezzato l’attività svolta dalle associazioni dei consumatori, ed hanno intrapreso azioni concrete volte alla tutela, alla salvaguardia ed alla difesa dei diritti dei consumatori, quei diritti non sempre salvaguardati o addirittura non ritenuti tali dalla classe politica.

Il Dott. Corrado Passera, neo Ministro allo Sviluppo economico ed alle Infrastrutture, rappresenta un modello ed un riferimento di managerialità moderna, innovativa e soprattutto concreta, riconosciuta ed apprezzata ampiamente in tutte le sue esperienze professionali: dalla Mondadori a Poste italiane, fino al grande gruppo bancario Intesa San Paolo nella veste di amministratore delegato. Si tratta di una persona che, pur lavorando in un ambiente (quello delle banche) solitamente non “ben visto” dai cittadini, ha saputo conquistare gradualmente la loro fiducia: è diventato portavoce e divulgatore di un’idea di mercato animato non solo dalle fredde e razionali logiche della finanza e della concorrenza, ma dall’assunzione di comportamenti “moralmente etici”; si è avvicinato, ha conosciuto e compreso il variegato mondo dei risparmiatori analizzandone ragioni, esigenze e bisogni; ha intrapreso il difficile ed alquanto complicato processo di apertura e trasparenza del mondo bancario, mirando al raggiungimento di elevati livelli di fidelizzazione. Passera è stato l’uomo che, dopo gli scandali Cirio e Parmalat, ha fortemente voluto quella grande iniziativa di “conciliazione”, che ha condotto alla risoluzione con totale soddisfazione, in pochi mesi e in via extragiudiziale, di oltre 50mila casi di contenzioso, senza che quasi nessuno dei risparmiatori interessati si rivolgesse alla magistratura, pur non avendo ricevuto in molti casi (quasi il 50%) nessuna proposta di rimborso. Passera è l’esempio di come il mondo finanziario ed il mondo consumeristico possono coesistere e cooperare in un’ottica di costruzione e soprattutto di grande civiltà.

Il Prof. Antonio Catricalà, dal 2005 Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e nuovo Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Negli ultimi sei anni si è dimostrato eccellente garante delle leggi del libero mercato e della libera concorrenza, con conseguente valorizzazione dell’immagine dell’Antitrust e del grado di apprezzamento dell’impegno profuso nell’attività svolta. Catricalà ha dimostrato la sua vicinanza ai consumatori, ne ha più volte accolto ragioni, istanze e segnalazioni, sanzionando tutte le imprese che hanno assunto comportamenti commercialmente illegittimi al pagamento di pesanti multe, al fine di garantire una condotta, un’informazione ed una pubblicità trasparente, chiara e non ingannevole. Tale vicinanza è ulteriormente comprovata dalla sua attività di Professore a contratto di diritto dei consumatori presso la facoltà giuridica della Luiss G. Carli a Roma.

Due uomini, due amici dei consumatori, che certamente con la stessa professionalità, lo stesso impegno e la stessa passione continueranno la loro attività di collaborazione e di confronto con i consumatori e le associazioni che li rappresentano anche e soprattutto nelle nuove vesti istituzionali pubbliche.

Dott.ssa Marirosa Gallicchio
Segretario Regionale Casa del Consumatore Basilicata

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Monti, Passera e Catricalà: una speranza per i consumatori

  1. NESSUNO NE PARLA…INTANTO IO OGGI SONO ANDATO A CAMBIARE 500.000 LIRE IN EURO E MI HANNO DETTO CHE PER DECRETO NON POTEVO PIU’ CAMBIARLI…DALL’OGGI AL DOMANI CAMBIANO I TERMINI DI CIRCA TRE MESI…NON E’ UNA TRUFFA?? TUTTO REGOLARE??..POSSIBILE CHE IO DEBBA ESSERE DERUBATO LEGALMENTE DEI MIEI SOLDI?????CREDO CHE QUESTA SIA UN’INGIUSTIZIA E QUALCOSA ANCORA SI PUO’ FARE. P.S.OLTRE ALLA PENSIONE MI HANNO DECURTATO DI ALTRI RISPARMI…E’ UN’INDECENZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *