A A Abbronzatissimi: consigli per un colorito sano

Chi parte per le vacanze, sia al mare che in montagna, ha sempre il desiderio di tornare abbronzato.
Ma per ottenere un colorito vivace e sano, evitando scottature, è necessario imparare a proteggersi.
Esistono filtri solari di ogni tipo, gradazione e consistenza, l’importante è usarli correttamente e senza troppa parsimonia. Lo strato di crema deve essere sottile ma uniforme ed in quantità sufficiente a proteggere la pelle. L’applicazione, poi, va ripetuta dopo il bagno (anche se il prodotto è resistente all’acqua) e, comunque, almeno ogni due ore.

La gamma di creme protettive è molto ampia: ce n’è per tutti i fenotipi e fototipi di pelle. Perciò l’acquisto non deve essere casuale, ma ponderato, meglio se consigliato dal medico.
Oltre ai tradizionali oli e creme, esistono solari in formato stick, spray e gel, più pratici e meno unti.

Chi si “accontenta” di una carnagione dorata, opta per un’esposizione al sole graduata: i primi giorni utilizza una protezione alta (50 SPF), che poi riduce a 30 SPF e poi a 15 SPF (senza mai scendere al di sotto). Il segreto per mantenere la pelle morbida ed evitare screpolature è quello di utilizzare doposole idratanti che leniscono la pelle e la aiutano ad attenuare l’aggressione dei raggi UV.
Chi ha poco tempo a disposizione e ci tiene a tornare con un’abbronzatura intensa, deve comunque rispettare i meccanismi naturali della pelle, quindi proteggersi senza eccedere nell’esposizione, altrimenti rischia di scottarsi e di avere una tintarella a chiazze. Un trucco per scurire un po’ la pelle è quello di alternare ai normali idratanti dei doposole autoabbronzanti, molto utili anche per camuffare i fastidiosi segni del costume (per evitare segni è stato inventato un nuovo tessuto “reticolato” che lascia filtrare i raggi!).

Altri consigli utili:
– per evitare macchie sulla pelle non esponetevi al sole se state prendendo medicinali, specie antibiotici;
– proteggete e tenete idratate le parti delicate del viso, fronte e naso, ma anche spalle, orecchie e piedi;
– non mischiate solari e creme snellenti o anticellulite;
– anche testa, capelli e occhi vanno protetti adeguatamente: non dimenticate di portare un cappellino e gli occhiali da sole, specialmente se vi trovate in montagna e in barca;
– conservate in maniera corretta i solari affinchè mantengano le loro proprietà (non lasciateli aperti) ed evitate di utilizzarli se scaduti o comunque vecchi;
– proteggete i vostri bambini: a loro, più che abbronzarsi, conviene evitare scottature.

Leggi anche gli articoli “Vacanze al mare: abbronzarsi con cautela” e, sulla scadenza delle creme solari, “Creme solari: occhio al PAO”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *